Formula 1IntervisteWEC

F1 | Sebastian Vettel ha le idee chiare sul futuro di Mick Schumacher

Sebastian Vettel ha parlato delle aspettative sul futuro di Mick Schumacher, ora che il giovane tedesco ha lasciato la F1 per dedicarsi al WEC.

L’avventura di Mick Schumacher in F1 sembra definitivamente chiudersi, ma Sebastian Vettel vede il bicchiere mezzo pieno. Con il giovane figlio di Michael in direzione WEC, con Alpine, il quattro volte Campione del Mondo tiene accesa la speranza di un ritorno nel Circus. Intanto, nell’endurance, Mick potrà fare esperienza e migliorare come pilota.

F1 Schumacher WEC Vettel
Mick Schumacher a bordo dell’hypercar Alpine – @SchumacherMick on X

Il mondo dell’endurance continua a cogliere l’attenzione dei piloti di Formula 1. Se Max Verstappen e Fernando Alonso sognano un futuro a Le Mans da compagni di squadra, Mick Schumacher correrà sul Circuit de la Sarthe già nel 2024. Il tedesco ha firmato un accordo con Alpine, che lo metterà alla guida del suo prototipo LMDh.

Dopo l’esperienza da pilota di riserva con Mercedes, l’approdo nel Mondiale Endurance può sembrare una “resa“, per Schumacher. Voci di corridoio sostenevano che i tempi del tedesco, tenuti sotto controllo da Brackley, non siano mai stati davvero soddisfacenti nel suo periodo da terzo pilota. Tuttavia, Sebastian Vettel, da sempre una vera e propria figura paterna per il giovane Mick, la pensa diversamente.


Leggi anche: F1 | “Non mi fido dei miei ingegneri”, svelato finalmente il retroscena dello sfogo di Franz Tost


Penso sia una gran cosa per Mick [Schumacher], potrà continuare la sua carriera, mettersi dietro ad un volante e correre delle gare – ha spiegato l’ex ferrarista – Alla sua età non c’è niente di più importante“.

E sul futuro, le porte del Circus potrebbero non essere del tutto chiuse: “Ha ancora l’opportunità di correre in F1. Non perderà contatto con il campionato, ma continuerà a fare esperienza ed imparare. Gli auguro il meglio e spero davvero possa avere un’altra possibilità in Formula 1“, ha concluso Vettel in un’intervista per sport.de.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter