F1 | Seidl: “Dal 2022 evitare che ci siano tre weekend di gara di fila”

Il team principal McLaren, Andreas Seidl, ha esortato la F1 a evitare di programmare tre weekend di gara di fila dal 2022. Gestire tre weekend di Gran Premio consecutivi rappresenta un onere significativo per il personale della Formula 1. La massima serie ha tenuto il suo primo “triple-header” nel 2018, ma a seguito delle lamentele dei team, nel 2019 non erano più stati proposti.

seidl weekend gara 2022
© Copyright: Batchelor / XPB Images

Il team principal McLaren, Andreas Seidl, ha esortato la F1 a evitare di programmare tre weekend di gara di fila dal 2022. Gestire tre weekend di Gran Premio consecutivi rappresenta un onere significativo per il personale della Formula 1. La massima serie ha tenuto il suo primo “triple-header” nel 2018, ma a seguito delle lamentele dei team, nel 2019 non erano più stati proposti.

Tuttavia, la pressione sul calendario data dalla pandemia ha portato a quattro triple-header in programma la scorsa stagione. Questo fine settimana la F1 concluderà il suo secondo “triplo appuntamento” della stagione in corso e un terzo è previsto entro la fine dell’anno. Il calendario 2021 di F1 doveva originariamente contenere 23 gare, ma è stato ridotto a 22 in seguito alle cancellazioni dovute alla pandemia. Seidl ha esortato la F1 a non espandere ulteriormente il calendario nel 2022 ed evitare qualsiasi tripletta.

“La cosa più importante per il mio punto di vista è ovviamente che non aumentiamo ulteriormente il numero di gare all’anno“, ha detto. “Penso che ciò che abbiamo in atto ora sia già troppo in termini di onere per la nostra gente. Un tema molto importante è anche il numero di triple-header. Dal mio punto di vista, dovremmo evitarle completamente. Dovremmo cercare di cavarcela evitando qualsiasi triple-header.”


Leggi anche

F1 | Bottas, l’affettuoso saluto di Hamilton: “Ciao Valtteri, veloce e resiliente. Mancherai”


Due volte negli States dal 2022

La Formula 1 aggiungerà una seconda gara negli Stati Uniti il ​​prossimo anno. Tuttavia, la sua nuova gara a Miami è prevista per maggio, diversi mesi prima della consueta visita della massima serie in Texas per l’evento al Circuit of the Americas. Seidl ritiene che la F1 dovrebbe anche cercare di raggruppare le gare nelle regioni vicine per ridurre i costi di viaggio e l’impronta di carbonio. Ha detto che questo è un fattore che il CEO di F1 Stefano Domenicali sta prendendo in considerazione.

“Ovviamente è molto importante per noi, ma so anche che è molto importante per Stefano“, ha detto. “Ha messo a punto un programma chiaro di ciò che vuole ottenere con la Formula 1 fino al 2030 e gran parte di questo è anche il lato logistico delle cose. Quindi sappiamo da Stefano che sta indagando su questo”.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Alessia Malacalza

Classe 2000, aspiro a lavorare nel mondo dello sport. Studio Comunicazione d'impresa e relazioni pubbliche a Milano.