F1 | Sequestrata riproduzione contraffatta della Ferrari SF90 nel porto di La Spezia

Sequestrata copia taroccata della Ferrari SF90 nel porto di La Spezia: la riproduzione viola i diritti di proprietà intellettuali della casa di Maranello.

riproduzione ferrari sf90 sequestrata

Gli scorsi giorni hanno visto la casa di Maranello coinvolta in un episodio decisamente particolare. È infatti stata sequestrata, nel porto di La Spezia, una riproduzione contraffatta della Ferrari SF90.

Il telaio che riproduce la monoposto 2019 di Vettel e Leclerc è decisamente simile all’originale. I funzionari dell’Agenzia accise, dogane e monopoli di La Spezia, in collaborazione con gli agenti della GdF, hanno scoperto e posto sotto sequestro la copia della SF90. La duplicazione della vettura, in scala 1:1, viola i diritti di proprietà intellettuali tutelati di Ferrari S.p.A..

Piuttosto fedele all’autentico, il telaio della vettura è stato prodotto in vetroresina manca di qualsivoglia componente meccanico ed elettrico.

Gli agenti delle forze dell’ordine hanno trovato la riproduzione sequestrata della Ferrari SF90 all’interno di un container nel porto della città ligure. Tale container proveniva dal Brasile ed era diretto ad un concessionario d’automobili toscano.

Sebbene il manufatto sia privo di ogni logo e sponsor non c’è dubbio richiami inequivocabilmente il modello della scuderia di Maranello. Rappresentando una potenziale violazione dei diritti di proprietà intellettuale ed industriale, la Ferrari ha ricevuto i rilievi fotografici.

La casa emiliana ha confermato la fedeltà della riproduzione non autorizzata delle caratteristiche della monoposto 2019. Di conseguenza, il sequestro del telaio contraffatto è stato immediato, in base all’articolo 354 del Codice di procedura penale. L’agenzia dogane e monopoli dimostra un’altra volta di esercitare un importante ruolo a supporto delle imprese a tutela dei diritti di proprietà.

 

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Francesco Rapetti

Aspirante giornalista, studente di Scienze Politiche all'Università di Genova. Appassionato di Formula 1 fin da piccolo.