F1 | Sergio Perez rivela le difficoltà di adattamento alle vetture Red Bull

Sergio Perez racconta di comprendere il perché svariati piloti alternatesi sul sedile di una Red Bull, abbiano faticato ad adattarsi alla vettura della scuderia austro-britannica.

Perez Red Bull all'esordio a Silverstone sulla RB15
L’esordio di Sergio Perez con Red Bull a Silverstone – Photo Getty Images / Red Bull Content Pool

Il messicano Sergio Perez, nuovo acquisto Red Bull per la stagione 2021, ha recentemente completato i primi test a bordo di una monoposto della scuderia di Milton Keynes. Per l’occasione, infatti, Perez ha avuto la possibilità di girare su una RB15 della stagione 2019, prima di completare poi un filming day a bordo della nuovissima RB16B.

Entrambe le occasioni hanno dato al messicano la possibilità di comprendere meglio le monoposto del suo nuovo team, trovando però abbastanza complesso l’adattamento. D’altronde anche lo stesso Verstappen ha avuto difficoltà durante l’ultima stagione, specialmente per quanto riguarda l’affidabilità della vettura.

Perez, infatti, ai microfoni di Motorsport.com racconta di come le differenze notate in questi primi giorni di test, rispetto alle sue precedenti esperienze, siano state nette:

“E ‘abbastanza diverso, riesco già ad individuare le differenze”, ha detto il messicano. “Si sente molto l’avantreno forte che ha la macchina e non solo, sono cose che si individuano abbastanza rapidamente non appena sali in macchina e nel simulatore.”

“Credo di capire ora il perché sia una macchina a cui non tutti i piloti riescono adattarsi” ha poi aggiunto. “Lo noto già, anche in termini di tempistiche. Deriva sicuramente tutto dall’esperienza in macchina e dall’imparare a trarne il massimo. È qualcosa che arriverà solo una volta che avrò capito a pieno. Spero che non mi ci voglia troppo tempo”.

Perez e la Red Bull, un nuovo capitolo

Il trentunenne di Guadalajara è stato chiamato a sostituire Alex Albon, con un contratto di un anno. Lascia così la Racing Point, dopo sei anni insieme ed una fantastica vittoria al Gran Premio di Shakir, la prima in carriera, lo scorso anno. È dal 2013, anno in cui il messicano corse per la McLaren, che Perez non fa parte di una squadra di punta.

Sono molte, dunque, le aspettative riposte in questa stagione, sia da parte di Perez, che della Red Bull. Il messicano è infatti il quarto compagno di squadra affiancato a Max Verstappen in appena quattro anni, dopo due piloti retrocessi.

Perez però, non si lascia scoraggiare dalla difficoltà di questa nuova sfida, e già dal filming day cerca di trovare lati positivi:

“È un giorno di riprese, quindi si tratta solo di cercare di mettermi a mio agio con la macchina”, ha detto Perez. “Posso già vedere però che ha del potenziale, e posso individuare alcune differenze con la Racing Point”.

“In ogni caso, è un test su pneumatici di prova e così via, quindi non voglio trarre conclusioni. Per ora, vedo solo che c’è del buon potenziale nella macchina”.

Seguici anche sui social: Telegram – Instagram – Facebook – Twitter

F1 | Presentazione team Ferrari, Leclerc: “Ferrari come una religione”

Desirée Palombelli

Classe 1999, aspirante giornalista. Studio Relazioni Internazionali a Roma e scrivo di Formula 1.