F1 | Shovlin e la minaccia Red Bull: “Nel 2021 ci sarà una lotta serrata. Mi auguro che non saremo troppo lontani da loro”

“Punti di forza rispetto alla Red Bull? Non ne abbiamo” a parlare è Shovlin, attuale direttore tecnico della Mercedes, che in un’intervista con Racefans.net ha parlato dei problemi riscontrati in pista dalle “Frecce d’argento”. Problemi che risulta molto più difficile risolvere in un anno in cui gli sviluppi sono stati decisamente limitati…

Red Bull ShovlinFonte: Unknown

“Non abbiamo nessun punto di forza rispetto alla Red Bull” firmato Shovlin. Nel corso di un’intervista con Racefans.net, infatti, il direttore tecnico della Mercedes, ha parlato della stagione 2021 e di quanto quest’anno la Red Bull potrebbe rivelarsi una seria minaccia.

Minaccia che è sembrata sempre più vicina nei test pre-stagionali e che è stata decisamente riconfermata al termine del primo GP dell’anno. A dare filo da torcere ad Hamilton, infatti, è stato proprio un’inarrestabile Verstappen che, in Bahrain, ha sfiorato la vittoria.

Preoccupazioni, dunque, per le “Frecce d’argento“ che finora hanno dimostrato di avere non pochi problemi tecnici. A parlarne è stato anche Andrew Shovlin, direttore tecnico del team tedesco, che in un’intervista ha detto la sua sulla minaccia Red Bull e sulla situazione della scuderia guidata da Wolff.

“In passato avevamo dei punti di forza che ci permettevano di battere le altre scuderie. Un esempio? La velocità sul rettilineo o in curva, oppure anche l’agilità nei cambi di direzione. Adesso invece è tutta un’altra storia“ ha detto l’ingegnere inglese.

“Onestamente non abbiamo niente in più della Red Bull. In Bahrain, per esempio, non siamo mai stati più veloci di loro, in nessun tratto della pista. Al contrario, però, loro erano molto competitivi in alcuni punti”

Specialmente in curva 9 e 10, infatti, ci hanno dato filo da torcere, erano molto forti. Abbiamo bisogno quindi di una macchina più veloce per colmare il divario ha continuato Shovlin che ha poi spiegato quale, secondo lui, sarebbe il problema della scuderia tedesca. A detta di Shovlin, infatti, il nuovo regolamento, molto restrittivo, avrebbe creato parecchi problemi.

“Il nuovo regolamento prevede un numero di ore minore nella galleria del vento e questo è un problema. In genere, infatti, quando è necessario migliorare per diventare più competitivi si cerca di lavorare sull’aerodinamica o sul propulsore”

“Per farlo però dobbiamo poter utilizzare la galleria del vento. Inoltre è anche vietato modificare le Power Unit, cosa che invece sarebbe utilissima per ottenere più potenza. L’unica cosa che possiamo fare, dunque, è migliorare altre aree minori”

“Il 2021, quindi, credo che sarà un campionato in cui molte scuderie saranno vicine tra loro. Questo ovviamente vale anche per noi, non riusciremo ad ottenere lo stesso risultato dell’anno scorso, anche se miglioreremo la Red Bull non sarà comunque lontana da noi. Mi auguro solo che noi non saremo troppo indietro rispetto a loro”

Seguici su Telegram, FacebookInstagramTwitter.

F1 | Jacques Villeneuve e il rapporto con papà Gilles: “La sua morte un momento forte che ricordo bene. Fiero di essere suo figlio, ma correvo per me”