F1 | Sintesi della quinta giornata di test

Dopo la giornata di ieri che ha visto interrompersi la pausa per i team, oggi tutti di nuovo in pista. Ripercorriamo la giornata con la sintesi della quinta giornata di test.

F1 sintesi quinta test
Foto: Davide Galli per F1inGenerale

La sintesi della quinta giornata di test di F1 non può che iniziare col dire che Vettel ha siglato il primo tempo della sessione. Dopo tante prove di assetto la Ferrari ha infatti deciso di cercare un po’ di più il tempo.

La giornata di lavoro si apre su una pista bagnata, infatti tutti scendono sul tracciato con gomme intermedie. Tra i primi Ocon, autore anche di numerose scodate a causa della scivolosità. Dopo circa un’ora di test la pista si asciuga e i team decidono di montare le slick sulle monoposto.

A questo punto sono molti gli avvicendamenti al top della classifica tra cui Vettel, Norris, Giovinazzi e Bottas. Due ore dopo il semaforo verde i più “maratoneti” sono Ferrari e Mercedes ma un insabbiamento di Giovinazzi provoca bandiera rossa. Dopo poco altro stop causato dall’uscita di Verstappen.

Pochi minuti dopo lo scoccare di mezzogiorno anche Seb provoca una bandiera rossa a causa di uno spin. Dopo essere rientrato in pista sigla però su gomma rossa un 1’16″841, tempo che lo porta primo.

A fine sessione si confermano Bottas e Vettel i piloti con più giri (47), con Stroll e Latifi vicini al tempo di Ferrari:

F1 sintesi quinta test

Sintesi sessione pomeridiana della quinta giornata di test F1

Il pomeriggio parte con una pista soleggiata ma con molto vento. I piloti si concentrano molto sul passo gara con Vettel che esegue degli stint su gomma bianca. Stesso lavoro anche per Racing Point e Alpha Tauri che mostrano un passo simile a Ferrari.

Ti piacerebbe scrivere news o approfondimenti sulla F1, MotoGP o qualsiasi altra categoria motoristica?
F1inGenerale è alla ricerca di nuovi editori.Clicca qui per info

Problemi in casa Mercedes: il team non riesce a far scendere in pista Hamilton prima che sia trascorsa un’ora. Anche Red Bull non molto attiva, con Albon che vanta solo 5 giri alle 15:00. Colpo di scena poco dopo, l’ennesima bandiera rossa è causata da Hamilton fermo in uscita di curva 5. La Mercedes ha comunicato che il problema è legato alla pressione dell’olio.

Continua il lavoro in pista con Vettel che gira molto costante sull’ 1’22” basso in simulazione gara. L’Alpha Tauri decide invece di provare dei giri veloci su gomma soft, cosa che li porta secondi. Anche Albon prova qualche giro veloce ma non va oltre l’ 1’18”.

La giornata termina con: Ferrari 145 giri, Alpha Tauri 139, Racing Point 130, Williams 160, McLaren 113, Red Bull 92, Mercedes 61, Renault 96, Haas 111, Alfa 92:

F1 sintesi quinta test

Seguici su Telegram

F1 | La prima evoluzione della SF1000 arriverà per il GP di Olanda o Spagna