F1 | GP Germania – Gara: dopo un pazzo GP, vince Hamilton, poi Bottas e Raikkonen. Vettel a muro

Un incredibile gara, con tante emozioni, colpi di scena, cambi di strategia continui. Fiato sospeso fino alla fine. Lewis Hamilton ha vinto il Gran Premio di Germania, seguito da Valtteri Bottas e da Kimi Raikkonen; l’inglese riprende la leadership del campionato su Vettel, ritirato (17pt). Sintesi GP Germania

Sintesi GP Germania
TOP 3 GP di Germania – Foto: F1

Sintesi

Ottima la partenza di Sebastian Vettel, che mantiene la posizione. Bottas rimane in seconda, dietro c’è ingaggiata la sfida tra Raikkonen e Verstappen. Hamilton perde una posizione alla curva 1, poi riesce a recuperare e a terminare il primo giro in 12° posizione.

Raikkonen allerta tutti in un team radio, in cui afferma che ha delle gocce di pioggia sulla visiera. Vettel intanto allunga su Bottas in pochi giri. Hamilton continua la rimonta, e si porta in zona punti.

I primi 4 aprono un gap impressionante sugli altri (tra Verstappen P4 e Magnussen P5  ci sono 8 secondi di distacco). Ricciardo, partito 19°, dopo 10 giri è ancora nelle retrovie (15°); forse la scelta al via delle Medium non è stata granché.

Le prime 4 posizioni rimangono invariate, Hamilton si porta in P5, Ricciardo recupera e si porta in P11, al ridosso di Leclerc per la zona punti.

All’apertura della Pit Window, Raikkonen rientra ai box, montando le gomme Soft; nonostante un po’ di problemi con il montaggio della posteriore dx, il finlandese riesce a stare davanti a Hamilton.

Dopo un paio di giri dietro a Leclerc senza tentativi di sorpasso, Ricciardo si mette in azione e arriva in zona punti.

Quando il gap per stare davanti a Hamilton era agli sgoccioli, Vettel rientra ai box, monta le gomme Soft e si mette davanti all’inglese della Mercedes, dietro al compagno di squadra.

Il pit stop di Vettel – Foto: F1

Altro weekend da archiviare per Daniel Ricciardo, dopo i problemi in Austria, la partenza dal fondo di oggi, l’ottima rimonta, il pilota australiano è costretto a fermare la sua Red Bull.

Ricciardo parcheggia la sua Red Bull – Foto: F1

Vandoorne diventa il secondo pilota ritirato del Gran Premio. Davanti, si ingaggia la sfida tra i due della Ferrari per la prima posizione. Vettel comincia a chiedere alla squadra tramite i Team Radio di far scansare Raikkonen per lasciarlo andare, visto il blistering sulle gomme del finlandese.

L’ordine di scuderia in casa Ferrari – Foto: F1

Dopo 40 giri con gomme Soft, Hamilton e il muretto box si arrendono nell’attendere la pioggia; l’inglese rientra e monta gomme Soft, uscendo dietro a Verstappen (P5).

Dopo neanche pochi giri, arriva la pioggia in curva 6. Non tutti si fermano, dietro il primo è Leclerc, dei big solo Max Verstappen; gli altri restano fuori, con i tempi che non crollano più di tanto.

Dopo un giro con le intermedie, Leclerc torna con gomme da asciutto. Hamilton con UltraSoft guadagna tantissimo su Vettel, effettuando i suoi miglior parziali.

Al giro 52, c’è un colpo di scena clamoroso. Vettel è contro le barriere. Cambia tutto. Entra la Safety Car, rientrano tutti. La nuova classifica: Ham-Bot-Rai-Ver.

Vettel contro le barriere – Foto: F1

Alla ripartenza, c’è battaglia tra i compagni Mercedes, senza ordini di scuderia. Torna l’allerta pioggia per gli ultimi due giri, ma non accade più nulla.

Lewis Hamilton vince il Gran Premio di Germania, seguito dal compagno di squadra, da Kimi Raikkonen che conclude il podio, e da Max Verstappen. Hamilton torna leader di questo mondiale di 17 punti sul tedesco della Ferrari.


Classifica finale

La classifica finale – Foto: F1

La F1 torna la settimana prossima con l’ultimo Gran Premio prima delle vacanze estive, in Ungheria.

Tabellone F1 2018 – Componenti Power Unit, Cambio e Reprimende