F1 | Sintesi GP USA: Raikkonen torna a vincere, in volata su Verstappen e Hamilton

Kimi Raikkonen torna a vincere, undici anni dopo il suo mondiale e cinque anni dopo la sua ultima vittoria, in una gara complessa e incerta, che ha visto infine una volata a tra con Verstappen e Hamilton. Vettel invece ancora una volta butta via le sue possibilità di vittoria, in una difesa azzardata su Ricciardo. Mondiale ancora aperto, ma ormai per Hamilton bastano solo cinque punti in più su Vettel. F1 Sintesi

F1 Sintesi

Partenza: Raikkonen passa Hamilton, Vettel in testacoda.

 

Raikkonen ha un ottimo spunto, e sfrutta la sua posizione all’interno per sopravanzare Hamilton. Dietro di loro rimangono nelle loro posizioni Bottas, Ricciardo e Vettel.

Vettel riesce a passare l’australiano nel lungo rettilineo, ma poi è leggermente lungo alla staccata, permettendo a Ricciardo di recuperarlo in uscita di curva. Vettel sbaglia leggermente la staccata, si appoggia su Ricciardo e si gira. Ancora una volta gara da rifare per lui, essendo nelle retrovie al primo giro. Intanto Verstappen avanza rapidamente, è nono dopo la prima tornata, mentre dietro ci sono alcuni contatti, con Leclerc che finisce in testacoda, colpito da Grosjean, lungo in frenata, che si ritira. Il monegasco sarà poi costretto a ritirarsi per problemi tecnici nell’ultima parte di gara. Alonso ha un contatto con Stroll, ed è costretto al ritiro. Il canadese verrà penalizzato con un drive through.

Ricciardo si ritira, e la VSC cambia il volto della gara

Raikkonen e Hamilton guidano il gruppo, ma Raikkonen, pur su gomme Ultrasoft, non riesce a allontanarsi da Hamilton oltre i due secondi netti.

Vettel inizia il suo recupero, mentre Verstappen è quinto, dietro Ricciardo, al settimo giro.

Al decimo giro Daniel Ricciardo è costretto al ritiro: la sua vettura si spenge improvvisamente, come era successo in Bahrain. La posizione della macchina richiede una VSC, che però viene attivata un giro dopo, lasciando molto tempo ai team per pensare alle strategie. E’ la Mercedes a prendere l’iniziativa, chiedendo a Hamilton di fare “l’opposto di Raikkonen”. Raikkonen continua, Hamilton si ferma in regime di VSC (giro 12/13). E’ un momento cruciale, perchè di fatto Hamilton ha guadagnato circa metà sosta in termini di tempo, e ha gomma più fresca. Tuttavia, come ben comprendono gli ingegneri Ferrari, non può arrivare alla fine senza fare un’altra sosta. 

Hamilton spinge, ma viene frenato da Raikkonen

Hamilton inizia subito ad inanellare giri veloci, è oltre 1,5 s più rapido di Raikkonen. Bottas lo fa passare, e in pochi giri Hamilton raggiunge Raikkonen. Tuttavia i suoi attacchi non sono particolarmente aggressivi, e Raikkonen si difende bene per quasi quattro giri, e rientra al 22° giro, montando gomme Soft. Un  giro dopo rientra anche Verstappen, montando SuperSoft.

A questo punto Hamilton ha circa 17 secondi su Raikkonen, e potrebbe essere tentato di passare a una strategia a una sosta e andare avanti fino alla fine.

Nel frattempo Bottas monta gomme Soft (giro 24), Vettel fa passare Raikkonen (giro 25), Verstappen supera Vettel e subito dopo Vettel va ai box e monta gomme Soft (giro 27).

Raikkonen nel frattempo mantiene una certa pressione a distanza su Hamilton, continuando a fare giri veloci, sperando che le gomme di Lewis inizino a cedere.

Al giro 32 Hamilton inizia a perdere terreno, e rapidamente, anche a causa dei doppiati, il suo vantaggio si assottiglia. Le sue gomme soft soffrono di un evidente blistering. Tuttavia non viene richiamato immediatamente ai box, un errore cruciale, in un momento in cui aveva ancora un buon vantaggio.

Vettel inanella una serie di giri veloci, che gli permettono di recuperare Bottas,e anche di far preoccupare Hamilton, perchè oltre a Verstappen, anche il tedesco si sta avvicinando alla sua posizione virtuale dopo il pit stop.

Infine al giro 38 Hamilton torna ai box, montando gomme Soft. E’ davanti di circa 4 secondi a Vettel, ma dietro di circa 10 secondi rispetto a Raikkonen, con Verstappen, che sta recuperando il finlandese.

La volata finale

Hamilton inizia il suo terzo stint più lentamente rispetto al precedente, per evitare di bruciare subito le gomme.

Al 40° giro “supera” Bottas e ha circa nove secondi di svantaggio su Raikkonen.

Raikkonen viene quasi raggiunto da Verstappen, a circa 2 secondi.

Al 46° giro Vettel raggiunge Bottas, iniziando a studiare il sorpasso. Se Hamilton riuscisse a passare Verstappen e Vettel rimanesse quinto, il mondiale sarebbe chiuso matematicamente.

Un giro dopo Hamilton inizia a essere negli specchietti di Verstappen, e si forma un trenino guidato da Raikkonen, con Verstappen e Hamilton al suo inseguimento.

Hamilton tuttavia non riesce a raggiungere Verstappen, e Verstappen non ha la velocità per raggiungere Raikkonen.

Hamilton riesce a avere una buona occasione, usando il DRS, al giro 50 e 53 su Verstappen. Vettel cerca di sorpassare Bottas, ma non ha abbastanza spunto.

Al giro 54 Hamilton è vicinissimo a Verstappen, prova l’attacco, ma Verstappen nella sequenza di tornantini riesce a bloccarlo e a farlo andare lungo. La gara a questo punto è praticamente chiusa nella zona podio, mentre Vettel riesce all’ultimo giro a passare Bottas.

 

Dietro è un ottimo sesto e settimo posto per le Renault, con Hulkenberg che vince la “Formula 1,5”, mentre Sainz viene frenato da una penalità di cinque secondi per essere uscito dai limiti della pista in partenza. Ottavo Ocon, nono Magnussen e decimo Perez.

La Ferrari torna alla vittoria dopo Spa, con un Kimi Raikkonen che nel giorno dell’undicesimo anniversario del suo unico titolo mondiale, a oltre cinque anni e 113 gare dall’ultimo primo gradino del podio, torna ad assaporare il gusto della vittoria. Allo stesso tempo c’è amarezza per un errore, l’ennesimo, di Vettel in partenza. Il mondiale è comunque nelle mani di Lewis Hamilton, che anche se non può ancora festeggiare, ha solo cinque punti tra se e il suo quinto mondiale.

Foto: F1.com

F1 | USA GP – Verstappen: “Bella battaglia, sono contento di aver chiuso secondo”

F1 | Sintesi GP USA: Raikkonen torna a vincere, in volata su Verstappen e Hamilton
Lascia un voto

Francesco Ghiloni

Studente e grande appassionato di motorsport, specialmente di endurance.