F1 | GP Russia – Sintesi Prove libere 2: Mercedes domina a Sochi

Dopo una prima sessione caratterizzata dalla lotta Ferrari-Red Bull, favorite su questo tracciato da un passo più corto, è la Mercedes a prendersi la seconda sessione di prove libere. I dati di questo venerdì del GP di Russia su simulazione qualifica e passo gara confermano la potenza delle Frecce d’Argento su questo tracciato, oltre che offrirci uno spaccato interessante sull’usura delle gomme. Sintesi Prove Libere 2 GP Russia

Sintesi Prove Libere 2 GP Russia
Foto Mercedes

Simulazione qualifica

Prime a scendere in pista sono le McLaren di Vandoorne e Alonso, che provano a modulare il passo per darsi scia a vicenda. Anche Vettel scende in pista nei primi cinque minuti, facendo segnare un tempo mezzo secondo più lento di quanto ottenuto stamane (con gomme, però, più morbide). Rispetto agli altri piloti in pista, che montano gomme Soft, il tedesco è in vatnaggio di oltre un secondo. Verstappen si impone in testa, su Hypersoft, con un tempo di 1:34.433.

Dopo un quarto d’ora dall’inizio della sessione, anche Hamilton scende in pista: a parità di gomma con Vettel l’inglese rimane per ora dietro alla rossa. Kimi Raikkonen, con un set di gomme gialle in più rispetto al compagno di strada, può finalmente provare l’assetto delle Soft.

Dopo mezz’ora di prove libere, Red Bull e Mercedes fanno segnare i tempi più veloci, complici le Ferrari tornate ai box: Hamilton e Bottas si trovano in mezzo a Verstappen (primo) e Ricciardo (quarto). Il finlandese della Mercedes è il primo a tentare la simulazione qualifica su gomme rosa, girando in 1:33.584 nonostante una ruotata sull’erba. Anonimi i giri di Vettel dopo il rientro in pista: c’è da capire, ovviamente, quale motore stesse usando e quale tipo di simulazione stesse testando.

Sky Sport F1


Simulazione passo gara

Negli ultimi trenta minuti i piloti cominciano ad effettuare le simulazioni del passo gara, per la maggior parte su Soft e Ultrasoft. Red Bull, seppur non velocissima, dimostra grande costanza e una buona gestione delle gomme. Gli pneumatici, non particolarmente sollecitati dall’asfalto, non sembrano al momento avere le prestazioni previste: le gomme viola, ma soprattutto le Hypersoft hanno evidenziato problemi di graining e blistering su tutte le monoposto, non riuscendo ad arrivare a temperatura correttamente.

Come sempre, i risultati del venerdì non sono particolarmente indicativi della situazione di domenica. Il traffico, l’usura dei motori e le diverse esigenze di testing delle scuderie hanno un influsso notevole sull’esito delle prove libere. I tre top team rimangono comunque ravvicinati, e avremo di nuovo un’interessante sessione di qualifica. Curioso evidenziare che Mercedes non ha mai testato la gomma gialla, su cui di solito le Frecce d’Argento trovano un grande feeling. La Ferrari, onde evitare l’azzardo di Singapore, ha testato la mescola più dura a disposizione sulla monoposto di Kimi Raikkonen.

F1 | Conferenza stampa GP Russia – Bottas “La prima vittoria non si scorda mai, voglio ripetermi quest’anno”

F1 | GP Russia – Sintesi Prove libere 2: Mercedes domina a Sochi
Lascia un voto
mm

Aurora Dell'Agli

Classe 1997, appassionata di motori sin da bambina. Studio Giurisprudenza e nel tempo libero commento e analizzo la Formula 1 sul blog Instagram @theracingchick.