F1 | GP Brasile – Sintesi qualifiche: Hamilton in pole, ma è polemica per l’impedimento. Vettel sotto investigazione

Le emozionanti qualifiche del Brasile hanno emesso il loro verdetto. Hamilton in pole position, poi Vettel e Bottas. L’inglese è nell’occhio del ciclone dopo il doppio impedimento nel Q2, prima su Raikkonen, poi su Sirotkin. Annotato dalla Federazione anche l’episodio che ha visto coinvolto Vettel: il tedesco, in una fase concitata, ha colpito il birillo alle verifiche del peso della propria monoposto. Completano la top ten Raikkonen, le Red Bull di Verstappen e Ricciardo, Ericsson, Leclerc, Grosjean e Gasly.

Hamilton conquista la pole – Foto F1

 

Sintesi qualifiche GP Brasile

Q1

Situazione meteo complicata al via del Q1: minacciose le nuvole sopra al tracciato e allora subito tanto traffico in pista per evitare brutte sorprese.

Foto F1

Continua ad uscire il fumo dalla Mercedes di Hamilton che nel primo giro lanciato detta il passo su tutti, prestazione migliorata subito da Raikkonen e in seguito da Verstapppen. L’olandese fa segnare un 1:08.205, tempo interessante anche se non migliore del crono e record temporaneo della pista messo a segno da Vettel nelle prove libere 3.

A dieci minuti al termine iniziano a cadere delle piccole gocce di pioggia sul tracciato, nella curva 12. A cinque minuti dalla fine del Q1 da segnalare è la prestazione eccellente delle due Alfa-Sauber e di Sirotkin: Leclerc in ottava posizione, Ericsson in decima, il pilota russo è invece tredicesimo.

L’aumento dell’intensità della pioggia condiziona gli ultimi minuti della sessione. Gasly, nonostante condizioni proibitive riesce a portarsi in dodicesima posizione. Gli esclusi sono:  Sainz-Hartley-Alonso-Stroll-Vandoorne.

Notte fonda per la McLaren, così come per Stroll che chiude le proprie qualifiche in diciannovesima posizione, contro la quattordicesima conquistata dal compagno di squadra.

Risultato Q1 – Foto F1

Q2

Al via del Q2 inizia il toto-gomme; dubbi sulle scelte con la pioggia sempre molto minacciosa, tutti in pista con gomma super soft per non aver problemi. Si fermano a sorpresa le due Ferrari per montare le gomme Soft; scelta rischiosa che potrebbe pagare in gara, ammesso che i due piloti in rosso riescano a far segnare un giro cronometrato senza incorrere nella pioggia. Siparietto particolare tra Vettel e i commissari della FIA: il tedesco ha fretta per non rischiare di prendere pioggia, viene fermato ai controlli per il peso della monoposto con i commissari un po’ lenti e Sebastian che invece cerca in tutti i modi di incitarli e dirgli di sbrigarsi.

Strategia riuscita per la Scuderia. Vettel si posiziona in P2, Raikkonen in P5.

Doppio errore clamoroso per Hamilton! L’inglese prima non si sposta dalla traiettoria ideale durante il giro lanciato di Raikkonen, poi ostacola Sirotkin (il russo era nel giro di uscita dopo aver fatto il proprio tentativo) riscaldando le gomme senza guardare gli specchietti. Doppio impedimento per Lewis nel corso di un solo giro.

L’episodio Hamilton – Sirotkin

La Red Bull nel frattempo monta gomme soft ma non riesce a migliorare con Ricciardo e Verstappen le prestazioni fatte registrare precedentemente. Mercedes e Red Bull scatteranno dal via con la mescola più morbida che durante le prove libere aveva sofferto di blistering. La pioggia aumenta di intensità e a questo punto è praticamente impossibile migliorare la propria prestazione. Dentro la top ten a sorpresa Ericsson, undicesimo invece Leclerc.

Nonostante le condizioni Leclerc a testa bassa cerca di ottenere la decima posizione, così come Perez e Ocon. Incredibile cosa riesce a fare il monegasco che ottiene l’ottava posizione con grande caparbietà.

Al termine del Q2 gli esclusi sono: Magnussen-Perez-Ocon-Hulkenberg-Sirotkin.

Risultato Q2 – Foto F1

Q3

Inizia il Q3 dopo un Q2 animato e ricco di emozioni. Giro lanciato per Leclerc, Ericsson e per i top driver. Filtrano nel frattempo voci secondo le quali Hamilton non verrà messo sotto investigazione nonostante il doppio impedimento.

Il verdetto del primo giro lanciato è: Hamilton primo con un 1:07.301, Vettel distanziato di appena settanta millesimi, terzo Bottas e quarto Kimi, poi le due Red Bull. Il “primo degli altri” è per ora, a sorpresa, Ericsson.

I piloti si preparano al secondo giro lanciato. Nessuno si migliora tranne Lewis Hamilton. L’inglese conquista l’ennesima pole position della sua carriera.

Qualifiche vibranti ed emozionanti con tanti  piloti racchiusi in pochi millesimi e una sorprendente Alfa-Sauber in settima e ottava posizione. Un ottimo Ericsson termina le qualifiche davanti al compagno di squadra.

Le due Ferrari avranno domani il vantaggio di poter partire con la mescola più ideale per la prima parte di gara. La Mercedes e gli altri partiranno invece su super soft. Le stelle d’argento avranno risolto i problemi di blistering manifestatisi in USA e Messico?

Classifica finale – Foto F1

Il Monitor dei Tempi – GP Brasile 2018 [FP2] – La sessione più equilibrata dell’anno!

F1 | GP Brasile – Sintesi qualifiche: Hamilton in pole, ma è polemica per l’impedimento. Vettel sotto investigazione
Lascia un voto

Leonardo Trillini

Studente di Scienze della Comunicazione (Comunicazione d'impresa) presso l'università di Macerata e grande appassionato di F1 sin da bambino.