F1 | Sospensioni anteriori Formula Uno: parliamo di Mercedes e Red Bull

I team che negli ultimi anni si sono distinti nella progettazione delle sospensioni anteriori in F1 sono Mercedes e Redbull, che anche quest’anno stupiscono per innovazione. Andiamo a vedere le soluzioni adottate.

sospensioni anteriori f1
Credits: Mercedes AMG F1

Una delle componenti più importanti delle vetture Formula Uno sono le sospensioni. Parlando di quelle frontali, queste sono importantissime per portare in temperatura di regime le gomme e per affrontare senza sottosterzo le curve lente, una delle pecche principali nella monoposto Ferrari dell’anno scorso.

Come tutti gli appassionati sanno, la Mercedes ha introdotto il DAS, un sistema che permette ai piloti di controllare la convergenza istante per istante. Per far ciò, La Mercedes ha mantenuto lo schema della sospensione dell’anno scorso collegando però i bracket del triangolo superiore su una piastra movente.

Come si vede dallo schema sotto, questa piastra, azionata da un comando derivato dal piantone dello sterzo, può spostarsi avanti ed indietro andando a creare una rotazione speculare sulle ruote anteriori. Questa permette ai piloti Mercedes di variare manualmente di qualche grado la convergenza.

Schema funzionamento DAS
credit: f1ingenerale.com

Leggi anche: Analisi tecnica Mercedes – DAS

Red Bull invece, ha ridisegnato la sospensione anteriore andando a ricollocare il meccanismo di sterzo e i serbatoi idraulici in una posizione più arretrata.

Nel dettaglio, guardando la foto del musetto della rb15 possiamo vedere il meccanismo che nella rb16 si trova spostato dietro, quello cerchiato in rosso.
Questa rielaborazione ha permesso alla casa austriaca di accorciare il muso, offrendo meno superficie all’attrito dell’aria, e di migliorare i flussi nella parte inferiore. Sospensioni anteriori F1

Siamo tutti annoiati senza i nostri sport preferiti, ma solo collaborando ANDRÀ TUTTO BENE.
Se non è indispensabile, RESTA A CASA!

Frontale rb16
credit: motorsport.it

Inoltre, la soluzione multilink adottata l’anno scorso per i braccetti superiori della sospensione è sparita, lasciando posto alla classica soluzione a triangolo. Sembra invece che il sistema multilink si trovi installato per i braccetti inferiori.

Cos’è il sistema multilink? Nello schema generale delle sospensioni adottato normalmente, il sistema di supporto è realizzato accoppiando due triangoli, superiore ed inferiore. Questi triangoli si dividono nella zona del portamozzo della ruota, creando il sistema di supporto della ruota utilizzando appunto molti braccetti singoli, chiamati link. In casa Red Bull sono sempre alla ricerca del massimo grip!

Seguici su Instagram

F1 | Analisi tecnica Mercedes – Perchè la presa d’aria posteriore non è conforme ai regolamenti?

Fabrizio Marini

Studente d'ingegneria meccanica presso l'università di Bergamo. Il primo ricordo della Formula Uno risale alla stagione 1999. Un Eddie Irvine che prova a vincere il titolo, avevo 8 anni. Da li in poi ho trascorso un sacco di domeniche sul divano a guardare le gare, combattendo la sonnolenza post brasato con polenta. Sono cresciuto tifando nell'ordine Alonso, Raikkonen, Button (fenomeno sul bagnato), Alonso, Alonso (Ferrari),... , Alonso (McLaren) e Ferrari dei giorni d'oggi.