F1 | Sospesa la vendita dei biglietti del GP dell’Emilia Romagna ad Imola

 Con un brevissimo comunicato, gli organizzatori del Gran Premio dell’Emilia Romagna hanno richiesto la sospensione della vendita dei biglietti sul sito TicketOne, unico esercente autorizzato alla vendita al pubblico. rimborso biglietti Imola

rimborso biglietti Imola

Nelle ultime ore, sul sito TicketOne è possibile leggere la dicitura “Su richiesta dell’Organizzatore,;le vendite sono sospese” per chi volesse acquistare gli ultimi biglietti disponibili. rimborso biglietti Imola

Il comunicato prosegue: “Formula Imola comunica che a seguito delle trattative Stato / Regione Emilia Romagna / Comune di Imola sulle interpretazioni del DPCM del 24  ottobre 2020 recante,;tra l’altro, disposizioni per lo svolgimento delle manifestazioni sportive nazionali ed internazionali ha prevalso una valutazione estremamente prudenziale nonostante il programma di svolgimento dell’evento prevedesse una disciplina rigidissima di molteplici controlli sanitari e di sicurezza sia per quanto riguardava le vie di afflusso che di deflusso degli spettatori che hanno acquistato un;titolo valido per un posto a sedere pre-assegnato ed opportunamente distanziato nel rispetto delle regole COVID-19 stabilite dal Governo Italiano in precedenza.

Il Comune di Imola ha;provato a proporre fino all’ultimo misure di ulteriore contenimento del rischio sanitario, riducendo ulteriormente la capienza inizialmente concessa con deroga regionale dal Presidente Bonaccini alla metà del;numero autorizzato, ma non vi è stata apertura alcuna a consentire lo svolgimento della manifestazione a;porte aperte seppur nel rispetto di tali regole proposte. Il Gran Premio di Formula 1 Emirates dell’Emilia Romagna, in;programma il 31 ottobre – 1 novembre all’Autodromo Internazionale Enzo e Dino Ferrari si svolgerà pertanto a “porte chiuse”.

L’organizzatore Formula Imola sta valutando, di concerto con i referenti del Governo preposti alla supervisione delle formalità relative alla cancellazione straordinaria della presenza di pubblico e;di ospitalità, le modalità di rimborso dei biglietti, che comunque avverrà entro il più breve tempo possibile.

L’evento aperto al pubblico si sarebbe dovuto disputare questo weekend con un format inedito spalmato in soli due giorni. Il DPCM del 25/10/2020, con l’obbiettivo di rallentare la crescita incontrollata della curva dei contagi da Covid19,;ha però sancito che tutti gli eventi (anche all’aperto) dovranno disputarsi a porte chiuse.

Quasi del tutto infondati i rumors che nel pomeriggio del 25 ottobre parlavano di una deroga per consentire a tutti i tifosi di partecipare all’evento. Nelle ultime ore infatti il sindaco di Imola ha confermato che il DPCM non lascia alcun dubbio, ma la Regione sta cercando un accordo per permettere almeno al 50% degli spettatori paganti di riempire le tribune dell’autodromo.

“Una grande sfida”, ha spiegato Marco Panieri. Forse una sfida ancor più grande di quella che gli organizzatori hanno vinto a luglio riuscendo a riportare la F1 ad Imola dopo 14 anni.

Qualora il Governo concedesse la deroga, non sono ancora chiari i criteri che permetteranno solo a parte degli spettatori di assistere al GP dell’Emilia Romagna dal vivo. Ovviamente tali provvedimenti che arriveranno (forse) tra qualche ora,;andranno a condizionare inevitabilmente la logistica soprattutto per gli appassionati che non risiedono nelle immediate vicinanze dell’autodromo.

Gli organizzatori hanno comunque chiarito che tutti i biglietti saranno rimborsati.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

 

 

F1 | Imola riformula la deroga al DPCM: inviata al governo una proposta per riempire almeno il 50% delle tribune

i i i i i i i i i i i i i i i i i i i i i i i i 

mm

Marco Talluto

Ingegnere Gestionale appassionato di Formula 1. Social Media Manager dal 2009 con la voglia di trasmettere la mia passione per il motorsport.