F1 | Spa sospende la vendita dei biglietti per il GP del Belgio

E’ di poche ore fa la notizia che anche lo storico GP di Spa ha sospeso la vendita dei biglietti per assistere al week end di gara.

Spa sospende vendita biglietti
Credits: formula1.com

Il rischio di rinvio non risparmia neppure uno dei gran premi più iconici rendendo le sorti del mondiale sempre più grigie. Il GP del belgio è sicuramente uno dei circuiti più amati dai tifosi di F1 ma con l’avanzare dell’epidemia di Coronavirus il circuito di Spa sospende la vendita dei biglietti per tutto il week end di gara.

La decisione è stata presa subito dopo la legge varata del governo belga e comunicata dal primo ministro Sophie Wilmes di estendere fino al 31 agosto tutti gli eventi sportivi e non.

In Belgio non si è ancora raggiunto il picco dei casi e per questo l’allerta resta al massimo prendendo precauzioni che al momento non possono essere definite esageratamente prudenti e quindi si è deciso per il GP di Spa di sospendere la vendita dei biglietti.

Resta viva l’ipotesi di gareggiare a porte chiuse dato che il rinvio appare al momento quasi impossibile visto il numero di GP a cui bisognerà trovare un’altra data.

Per il momento gli organizzatori di Spa hanno emesso un comunicato dove dichiarano: “Il circuito di Spa supporta la decisione del governo di vietare ogni genere di evento di massa fino al 31 agosto e per questo sospende la vendita dei biglietti dell’edizione 2020. La salute di tutti è ovviamente la priorità. Per quanto riguarda chi già possiede il biglietto, ci atterremo alle nostre condizioni di vendita. Speriamo di potervi aggiornare il prima possibile”.

Un altro GP quindi si aggiunge alla lunga lista di quelli a forte rischio e ormai le sorti del mondiale sono sempre più incerte. Staremo a vedere, sperando ovviamente che tutto torni al più presto alla normalità.

 

Seguici anche su instagram

F1 | Il GP d’Austria potrebbe disputarsi a porte chiuse

mm

Edoardo Borriello

Salve a tutti, sono uno studente di scienze politiche e relazioni internazionali alla Sapienza università di Roma, da sempre grande tifoso e appassionato di F1.