F1 | Steiner: “Necessario parlare con Schumacher in caso di altri incidenti, stiamo spendendo soldi che non abbiamo”

Steiner racconta che Haas comincia a essere in difficoltà a causa degli incidenti che Mick Schumacher ha avuto nel corso di queste prime sette gare. Stanno lottando per tenere il passo con la domanda di pezzi di ricambio.

Steiner Schumacher
Cedits Haas Facebook

Il team principal della Haas, Guenther Steiner, afferma che gli incidenti di Mick Schumacher in questa stagione stanno mettendo in difficoltà il team nel reperimento dei pezzi di ricambio.

Schumacher ha spezzato la parte posteriore della sua VF-22 quando è andato in testacoda contro una barriera durante l’ultima gara a Monaco. Schumache ha anche avuto un pesante incidente nelle qualifiche del Gran Premio dell’Arabia Saudita, a cui non ha preso parte poiché il team ha deciso di preservare il suo stock di parti per le gare future.

Se Mick dovesse avere un incidente anche nel week end di Baku, è inevitabile per il team parlare al pilota, Steiner lo ha confermato a RaceFans.

Perché a un certo punto finiremo i ricambi“, ha continuato. “Non possiamo continuare a produrli. Non puoi fisicamente buttare via i soldi producendo pezzi di ricambio. Quindi dobbiamo assicurarci che qui a Baku non succeda nulla“.

Dopo l’ultimo incidente, il team ha a disposizione un solo telaio di riserva, che non è verniciato, e dovrà essere attaccato per essere utilizzato questo fine settimana.

Il telaio è in riparazione“, ha spiegato Steiner. “Il telaio in realtà non è molto danneggiato, ma ci sono carenature e parti incollate, quindi abbiamo dovuto sostituirle. Ma è stato controllato, fai il normale controllo [di integrità] ed è andato tutto bene. Anche il motore va bene, ma per il cambio  non c’è modo di recuperarlo. Purtroppo molte altre parti non sono più utilizzabili“.


Leggi anche: F1 | Öhlins è il nuovo partner tecnico della Scuderia Ferrari


Abbiamo tre [telai] in circolazione, l’ultimo l’abbiamo controllato e l’abbiamo spedito a Baku“, ha aggiunto. “Ma se dobbiamo usarlo, non sarà dipinto, sarà ‘decalcificato’ di bianco“.

Haas prende alcune delle sue parti dalla Ferrari, mentre altre sono prodotte dalla Dallara. Entrambi hanno lavorato duramente per assicurarsi che Haas arrivasse a Baku pronto per correre, ha detto Steiner.

Dallara lavora giorno e notte, abbiamo potuto portare dei pezzi di ricambio qui, così possiamo andare avanti. I soldi sono sempre un problema perché le spese sono tante. In realtà il problema era avere abbastanza pezzi di ricambio perché non si riesce a produrne così tanti. Non abbiamo cinque stampi per le carenature,  ma solo uno, ci vuole quindi più tempo per la produzione.”

La Dallara ha fatto un buon lavoro. Per quanto riguarda le sospensioni, la Ferrari ci ha aiutato perché anche le sospensioni stanno finendo. Per il resto, come dico sempre con il budget, qualcos’altro dobbiamo fare. Non possiamo continuare a spendere soldi che non abbiamo”.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter


Victoria L.

Laureata in Comunicazione, lavoro in una media company. Appassionata di Formula 1, la seguo dal Gran Premio di Jerez 1997.