F1 | Svaligiato un negozio dell’associazione Jules Bianchi

Da quanto racconta la madre di Jules un negozio destinato alla raccolta fondi è stato preso d’assalto da un gruppo di ladri. “Cercheranno di vendere gli oggetti. Condividete il Post.”

Jules a Jerez in azione con la F60. Foto: Ferrari

Christine Bianchi, madre di Jules, comunica sui suoi social media che un negozio dell’associazione a Brignoles ha subito un furto da parte di alcuni ladri. Hanno rubato principalmente merchandise di abbigliamento a tema Jules. Negozio Jules Bianchi

“Vogliamo informarvi che un negozio dell’associazione Jules Bianchi a Brignoles ha subito un furto la scorsa notte,” dichiara la mamma. “Pensiamo che cercheranno di vendere quello che hanno rubato, sono tutti capi di abbigliamento sia da uomo che da donna di tutte le età (T-Shirt, Polo, ecc.). Condividete il Post il più possibile.

L’associazione, creata dai genitori dopo la morte di Jules nel 2015, serviva a raccogliere fondi per la Centre Hospitalier Universitaire a Nizza, luogo dove Jules ci ha lasciato. I soldi raccolti sarebbero serviti per donare macchinari per la cura dei pazienti nell’ospedale.

Una brutta storia di persone senza scrupoli pronte a lucrare sopra il nome di un ragazzo che ci ha lasciato 5 anni fa. Dopo quel brutto incidente a Suzuka sotto un acquazzone nel 2014, dove purtroppo una serie di coincidenze piuttosto sfortunate ci hanno fatto dire addio a quel ragazzo di soli 25 anni.

Seguici anche su Instagram

F1 | Il Nurburgring vuole tornare in F1 insieme ad Hockenheim

I i i i i i i i i i i i i i i i i i i i i i i. I i i I I i II i