F1 | Szafnauer rivela: “Vettel si propose alla Honda, ma non lo ingaggiammo”

Otmar Szafnauer racconta del mancato accordo tra Sebastian Vettel e la Honda nelle fasi iniziali della carriera del tedesco, in una finestra di due settimane in cui non era sotto contratto né con Red Bull né con BMW.

Vettel Honda Szafnauer F1 Formula 1 BMW Red Bull Toro Rosso

Come sarebbe andata la carriera di Sebastian Vettel se Otmar Szafnauer fosse riuscito a portarlo alla Honda? L’attuale pilota dell’Aston Martin debuttò con la BMW nel 2007 per poi gareggiare da protagonista nella famiglia Red Bull. Infatti, Vettel divenne il più giovane vincitore nella storia portando la Toro Rosso al successo a Monza nel 2008. Successivamente, Vettel conquistò quattro titoli mondiali consecutivi con la Red Bull.

Chissà se tutto questo sarebbe accaduto, se la Honda avesse reagito rapidamente alla proposta di Vettel. Il #5 si offrì a Szafnauer, allora direttore della pianificazione aziendale di Honda F1, quando sia il contratto con BMW sia con Red Bull erano scaduti. Il manager statunitense si precipitò così da Gil De Ferran, direttore sportivo, che però temporeggiò eccessivamente perdendo l’opportunità.


Leggi anche: F1 | Ferrari, Binotto: “La correlazione dati è cruciale e quest’anno c’è stata”


“Seb venne da me e disse, ‘Ho una finestra di due settimane in cui sono fuori contratto sia con la Red Bull che con la BMW. Allora, sei interessato a ingaggiarmi?‘ All’epoca era un pilota sconosciuto, ma io pensai, ‘sì, questo ragazzo è bravo!’ Finestra di due settimane! Così sono andato da Gil e gli ho detto: ‘Abbiamo due settimane di tempo per ingaggiare Seb Vettel’. E lui ha detto: ‘Non preoccuparti, lo tengo d’occhio’. ‘Cosa vuoi dire, hai messo gli occhi su di lui? Abbiamo due settimane!’ Comunque, non l’abbiamo ingaggiato.” ha raccontato Szafnauer.

Il 2008 fu l’ultimo anno, deludente, della Honda da team ufficiale e i piloti di quell’anno furono Jenson Button e Rubens Barrichello. L’inglese e il brasiliano corsero per il costruttore giapponese anche nelle due stagioni precedenti, ma soprattutto per la BrawnGP nel 2009, squadra capitanata da Ross Brawn che nacque dalle ceneri della Honda.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Emanuele Zullo

Classe 2005, vivo a Napoli dove frequento il liceo linguistico. Adoro qualsiasi cosa abbia quattro ruote e spero di trasformare la mia passione in lavoro.