F1 | Taglio dei test pre-stagionali, Sainz: “Sarà impossibile per me arrivare pronto al 2021 con soli 3 giorni”

Al futuro pilota della Ferrari, Carlos Sainz, non è molto chiaro per quale motivo i test pre-stagionali siano stati ridotti a tre soli tre giorni: con così poco tempo a disposizione, Sainz ritiene che non riuscirà ad arrivare pronto per il 2021

,Test pre-stagionali ridotti Sainz

Ancora una taglio spetta ai test pre-stagionali della Formula 1: già nello scorso febbraio;erano stati ridotti da otto giorni a sei giorni e l’anno prossimo saranno ulteriormente abbassati da sei giorni a tre. Questo penalizzerà quei piloti che alla fine di quest’anno cambieranno squadra, quindi non solo Carlos Sainz ma anche Sebastian Vettel, Daniel Ricciardo, Fernando Alonso (che torna;in Formula 1 dopo due anni di stop) e i due futuri piloti della Haas (probabilmente Mick Schumacher e Nikita Mazepin). Test Ferrari Sainz

Altra novità dei futuri test potrebbe essere il cambio del tracciato dove si svolgeranno: secondo alcune voci insistenti, è probabile che i testi si terranno in Bahrein invece che a Barcellona.

Carlos Sainz teme che una riduzione così drastica possa impedirgli di arrivare preparato alla stagione 2021 con Ferrari: con una sola giornata e mezza a disposizione sarà impossibile – a detta sua – prendere sufficiente confidenza con la rossa di Maranello.

Il commento di Sainz

“Un giorno e mezzo per essere preparati per una stagione;senza sapere come è la macchina in precedenza è praticamente impossibile”

“Questo renderà molto difficile la mia prima metà stagione alla Ferrari, come sarà difficile;anche per Fernando, Ricciardo ed altri piloti che cambiano squadra.
Non capisco perché siano solo tre giorni, un giorno e mezzo per pilota quindi, e non sono favorevole, soprattutto perché non ci sono test durante la stagione”.

L’ altra opportunità per Sainz sarebbe quella di provare la vettura ai test per giovani piloti;alla fine della stagione, quindi dopo la gara di Abu Dhabi, ma come si può evincere dal nome di quei test (giovani piloti) si capisce che gli attuali driver di F1 non sono idonei. Nonostante questo Sainz si dice molto favorevole a provare la SF1000 se ne avesse l’occasione:

“Non è un segreto che sarei interessa a partecipare a quel test e guidare la Ferrari. Dipende dagli interessi personali delle altre squadre, che devono essere concordati, e la Fia dovrebbe dare l’ok. Ma non è un segreto che sarei interessato a partecipare a quel test”.

In conclusione, si può dire che non sarà un inizio facile per Sainz sul suo futuro in Ferrari.

Seguici anche su Instagram

F1 | Per Ricciardo il 2020 è stata la sua stagione più divertente

Ilaria Vimercati

Studentessa in Scienze dei Servizi Giuridici, coltivo una forte passione per la Formula 1. Sono amante della velocità, del brivido delle corse e del senso di libertà.