F1 | Tensione in radio: Leclerc: “Dobbiamo fermarci!”, muretto: “Tutto regolare per noi”

La trascrizione completa dei messaggi via radio tra Charles Leclerc e il suo muretto tra spegnimento del motore, testacoda e cintura di sicurezza slacciata.

Leclerc team radio
Foto: Getty Images

Weekend da dimenticare per Leclerc. Il ritiro di oggi, secondo stagionale, è arrivato mentre Charles era nella lotta a centro gruppo. La causa in questo caso è meccanica e il pilota nulla ha potuto. Leclerc team radio

Prima il testacoda e poi lo spegnimento totale. Successivamente una lenta ripartenza e la comunicazione tra il pilota e il muretto. Leclerc team radio

Alla fine il motore non ne aveva e la gara era abbondantemente compromessa, pur volendo era inutile proseguire.

Tanta tensione nei team radio: il monegasco ha insistito per fermarsi mentre dai box gli facevano sapere che tutto andava secondo i piani.

Una volta che Leclerc ha messo al corrente il muretto della sua situazione con le cinture, allora è stato richiamato ai box.

Trascrizione conversazione Leclerc-muretto

Ecco il dialogo completo tra Leclerc e il suo ingegnere di pista Xavier Marcos Padros.

Charles Leclerc: “Il motore si è rotto! Non so cosa sia successo. L’auto si è completamente spenta. Devo provare ad accendere la macchina o no? 

Xavier Marcos: “Ti faccio sapere. Puoi provare. Prova a partire. Sei in terza marcia. Pista libera, pista libera”. 

CL: “No no no… C’è qualcosa di strano, mi fermo in questo giro”. 

XM: “Spegni la radio, tornerò da te”.

CL: “Non lo so. Rientro ai box”.

XM: Per noi è tutto regolare, per noi tutto regolare. Puoi provare. Spegni la radio. Engine 3, engine 3. Spegni la radio”.

CL: “Che posizione occupiamo?”

XM: “Siamo in P20. Spegni la radio!”. 

CL: “Ragazzi, dobbiamo fermarci, dobbiamo fermarci. Si sono slacciate le cinture e mi sto muovendo parecchio quando freno. Sono abbastanza sicuro che nessuno sarà contento che guidi senza cinture”.

XM: “Ricevuto. Box adesso, box”.


CL: “Non so dove sia ora l’attacco nell’auto”. 

XM: “Ricevuto, rientra adesso e cerchiamo di sistemarle. Fammi sapere se hai bisogno di aiuto con le cinture di sicurezza, cerchiamo di sistemarle”. 

CL: “Certo che ne ho bisogno!”

XM: “Ok box e le sistemiamo. Cercheranno di ripararle, ok?”

CL: “Xavi te l’ho detto, prepara un altro attacco, serve un altro attacco! Intendo, non c’è l’attacco, abbiamo bisogno di un altro attacco! E’ volato fuori [dall’abitacolo]”

XM: “Ricevuto”. 

CL: “Devo spegnere il motore o…?

XM: “Spegni il motore, spegni il motore”. 

CL: “Ok fatto. Cos’è successo al motore? Perché tutto si è spento completamente?”

XM: “Tornerò da te”.

CL: “Esco, vedremo meglio dopo”.

XM: “Ricevuto”.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

 

F1 Team Radio | Vettel chiede a Adami: “Compito per te: in quanto devo girare se loro fanno 22.6?”

Emanuele Zullo

Classe 2005, vivo a Napoli dove frequento il liceo linguistico. Adoro qualsiasi cosa abbia quattro ruote e spero di trasformare la mia passione in lavoro.