A TCAnalisi TecnicaF1 AnalisiFormula 1

F1 | Test Bahrain 2024 – Analisi simulazione passo gara di Sainz: un ritmo impressionante

La giornata di oggi si è improvvisamente colorata di rosso, con Carlos Sainz al comando della classifica generale. Vediamo insieme l’impressionante simulazione del passo gara mostrato da Sainz in questa giornata di test.

Tanta attività in pista oggi nonostante una bandiera rossa che ha interrotto la sessione mattutina nella parte finale. In casa Ferrari, dopo aver mappato la nuova SF-24, si sono concentrati per realizzare la prima bozza di set up per rendere più performante la monoposto. Con le condizioni di temperatura ambiente e asfalto che sono andate migliorando, i tecnici di Maranello hanno approfittato per provare la distanza di gara. Vediamo insieme com’è andato veramente l’impressionante simulazione del passo da parte di Sainz durante i test in Bahrain.

simulazione passo Test Sainz
Una simulazione di passo gara impressionante per la SF-24 e per Sainz – @Scuderia Ferrari Via X

Dopo lo scotto dello scorso anno era difficile aspettarsi una Ferrari così in forma e senza preavviso. Le ottime sensazioni di Charles Leclerc sono emerse già in mattinata con il crono registrato a metà sessione. Riferimento cronometrico che ha assunto un valore ancora più significativo se preso nel contesto delle condizioni climatiche. Tuttavia, la vera prestazione da prendere in considerazione è quella del passo gara, con Sainz che ha sfruttato gran parte del tempo a disposizione per simulare l’intera distanza del GP. Serbatoio pieno e via a completare i 57 giri previsti sabato prossimo con tanto di due pit stop.


Leggi anche: F1 Test | Ferrari davanti in Bahrain, passo gara impressionante e tante indicazioni positive


Durante le tornate lo spagnolo ha anche avuto modo di provare tutte e tre le mescole che verranno utilizzate settimana prossima, ovvero C3, C2 e C1. La simulazione si è svolta passando dalla mescola più morbida a quella più dura, con un trend cronometrico impressionante. Nel primo stint con la C3, la media è stata sull1:38 basso, per poi passare sull’1:37 e mezzo con la C2. Tuttavia, ad impressionare è stato l’ultimo stint, coprendo 20 giri con la gomma C1. Nell’ultima parte di simulazione Sainz è stato un martello, i suoi tempi sono sempre stati attorno all‘1:35 basso, per poi toccare negli ultimi giri anche un 1:34.999. Un crono che dimostra come la nuova SF-24 sia decisamente più gentile sulle gomme, pur mantenendo una prestazione incredibile.

simulazione passo Test Sainz analisi gara Bahrain Ferrari SF-24
L’ultimo stint di Sainz con le gomme C1 – @F1 Telemetry Data

Sicuramente i riferimenti ottenuti da Ferrari con questa simulazione sono ottimi, visto che il carico di benzina era necessariamente di 100 kg. Rimane ancora l‘incognita della Red Bull che con Perez non si è minimamente avvicinata a questi crono. Da considerare le condizioni di temperatura, le quali erano molto diverse a quelle riscontrate da Sainz. Non sappiamo quale sia l’elemento che abbia permesso questo grande salto alla Ferrari, ma il lavoro svolto sulla sospensione posteriore e sull’aerodinamica ha creato un’ottima base di partenza. Il lavoro che attende Maranello è ancora molto, visto che potrebbe essere estratto molto altro potenziale da questa nuova SF-24. Le speranze dei tifosi si sono accese quest’oggi, ma gli altri non rimarranno a guardare e mostreranno le vere carte

 

Crediti copertina: Scuderia Ferrari via X

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter