F1 | Test pre-stagionali Aston Martin, Vettel: “Giornata produttiva, sappiamo quali sono i punti deboli su cui lavorare”

Giornata di test pre-stagionali produttiva in Aston Martin che, questa mattina, è scesa in pista con il nuovo arrivato Sebastian Vettel per la prima delle tre giornate di test. Nel pomeriggio, invece, è stato il turno di Lance Stroll che ha completato 46 giri

test pre-stagionali Aston MartinFonte: Aston Martin

Giornata di test pre-stagionali produttiva in casa Aston Martin, che stamattina è scesa in pista per provare la neonata AMR21. Sul circuito di Sahkir, infatti, team e piloti sono stati impegnati, nei test pre-stagionali che, quest’anno saranno decisamente più brevi dei tradizionali 6 giorni.

Un dettaglio non da poco, dunque, se si tiene conto anche dei tanti cambiamenti avvenuti nel mercato piloti nel 2020. Quest’anno, infatti, saranno in molti i piloti alle prese con un nuovo team, che dovranno imparare a conoscere una monoposto molto spesso lontana anni luce da quella precedente.

Tra questi anche Sebastian Vettel che, dopo un divorzio tanto improvviso quanto amaro dalla Ferrari, è approdato in Aston Martin. Aston Martin a bordo della quale nel corso della mattinata ha percorso 276 km, terminando così una primissima giornata di test decisamente produttiva. Ecco che cosa hanno detto i due alfieri del team.

Sebastian Vettel

Penso che la mia mattina sia stata molto produttiva. Ovviamente, per quanto mi riguarda è tutto nuovo e diverso. Quest’anno, infatti, guido una monoposto con un motore Mercedes che, ovviamente, è differente rispetto a quelli con cui sono abituato a lavorare. Inoltre anche il volante ed i freni sono molto diversi, quindi dovrò avere il tempo di imparare. In questi test però, più che la velocità, è importante abituarsi alla monoposto e comprenderne i punti deboli su cui lavorare, cosa che io sono riuscito a fare. Tutto sommato quindi credo che sia stata una giornata soddisfacente”

Lance Stroll

Penso onestamente che sia stata una buona prima giornata di test. Certo nel pomeriggio le condizioni atmosferiche non erano delle migliori e il vento ha complicato le cose, ma tutto sommato credo sia andata bene. Ovviamente per ora non si possono esprimere giudizi certi perché siamo solo all’inizio. Inoltre gli pneumatici erano nuovi e il carico aerodinamico è stato ridotto, e anche questo cambia molto. Per quanto riguarda Sebastian, invece, abbiamo lavorato molto bene insieme e siamo riusciti ad ottenere diverse informazioni utili riguarda alla vettura”

Seguici su Telegram, FacebookInstagramTwitter.

TEST F1 Bahrain | Bandiera a scacchi sulla prima giornata: Red Bull al top, difficoltà per Mercedes