F1 | Todt contro la griglia invertita: “Gli altri team devono lavorare meglio”

“L’ipotesi griglia invertita? Non è la soluzione giusta, gli altri team devono lavorare meglio” così Jean Todt, attuale presidente della FIA, ha parlato della tanto discussa “Griglia invertita”, l’idea con cui Liberty Media sperava di rendere meno monotone le gare. A detta del francese, infatti, l’unico modo per interrompere il dominio della Mercedes, è proprio l’impegno delle altre scuderie…

Griglia invertita Jean TodtFonte: Unknown

“L’ipotesi griglia invertita? Bisogna trovare altri modi per rendere interessante questo sport” così Jean Todt, attuale presidente della FIA, ha parlato della “Griglia invertita” proposta qualche mese fa da Liberty Media.

Non è sicuramente un mistero, infatti, quanto il dominio Mercedes, oramai decisamente consolidato, abbia preso il sopravvento sfiorando la monotonia. Proprio per questo, negli scorsi mesi, Liberty Media aveva proposto la “Griglia invertita”, idea tanto rivoluzionaria quanto discussa.

Da Ricciardo a Vettel, fino ad arrivare a George Russell, in molti infatti si erano detti contrari alla proposta, che avrebbe rischiato di snaturare lo sport e provocare più caos che vantaggi. Capitolo chiuso, dunque, per quanto riguarda l’idea di Liberty Media, come ammesso dallo stesso Domenicali, CEO in carica della F1.

“L’ipotesi griglia invertita? L’abbiamo scartata. Credo che sia fondamentale rendere il nostro sport più interessante senza snaturarlo. Non bisogna perdere tutte le tradizioni” aveva detto l’italiano nel corso di un’intervista alcune settimane fa.

Le parole di Todt

E adesso a dire la sua è stato anche Jean Todt, ex team principal Ferrari e attuale presidente della FIA. Secondo il francese, infatti, la proposta di “rovesciare” la griglia di partenza delle qualifiche, non è la soluzione ai problemi della F1. “La griglia invertita non è la soluzione giusta. Diciamo che l’idea è nata perchè volevamo rendere le corse più interessanti ed interrompere il dominio, oramai consolidato, di un solo team ha spiegato Todt in un’intervista per la Cambridge Union Society.

“Per fare questo però non dobbiamo ricorrere a questi stratagemmi. Al contrario gli altri team devono lavorare meglio. Scuderia come la Ferrari, per esempio, o la Red Bull dovrebbero riuscire a sfidare la Mercedes. Credo che sarebbe più interessante per tutti vedere Max Verstappen sfidare Lewis e si eviterebbe di pensare a soluzioni drastiche come la griglia invertita

Seguici anche sui social: Telegram – Instagram – Facebook – Twitter

F1 | Autodromo di Monza punto per le vaccinazioni anti Covid