Formula 1 Giuseppe C.
    Aggiornato il

F1 | Tombazis tranquillizza Binotto sul budget cap: “Esperti fiscali controllano i bilanci”

Nicholas Tombazis, responsabile tecnico del settore monoposto della Fia, ha voluto tranquillizzare Binotto che negli ultimi giorni ha invocato un controllo rigido sul rispetto rigoroso del budget cap.

Foto: sportmediaset.mediaset.it, Nick Tombazis

Nicholas Tombazis in un’intervista rilasciata alla Gazzetta dello Sport è intervenuto sul tema del budget cap sollevato di recente da Mattia Binotto. Tombazis é uno dei padri del nuovo regolamento tecnico, é in Formula 1 dal 1992, ha lavorato per i team Benetton, McLaren e Ferrari.

Nell’intervista ha voluto rimarcare che l’obiettivo della federazione é tutelare gli interessi delle squadre: “Il nostro primissimo obiettivo è far sì che il campionato sia pulito, vogliamo che vinca chi se lo merita. I regolamenti attuali fanno sì che servano maggiori controlli e quindi più risorse. Anni fa bastava pesare le vetture e controllare che fossero rispettati tutti i parametri del caso. Adesso dobbiamo ispezionare quello che le aziende fanno a casa propria”.
Poi Tombazis ha tranquillizzato Binotto sul rispetto da parte delle squadre del budget cap: “Abbiamo una squadra molto in gamba, guidata dal collega Federico Lodi. Mattia può stare tranquillo, stiamo facendo di tutto per avere tutto sotto controllo. Abbiamo esperti fiscali che controllano i bilanci e far sì che i pezzi che sono montati in macchina per essere sicuri che siano stati fatturati correttamente“, ha asserito l’ingegnere greco.

Leggi anche: F1 | Il GP d’Australia avrà 4 zone DRS, ecco dove sono!


Segnali positivi dalle prime due gare

Nonostante la polemica sul budget cap, l’ingegnere  ritiene che dare un giudizio sulla nuova F1 è prematuro ma le prime avvisaglie sono risultate positive: “Sicuramente sono rimasto sorpreso in positivo dalle prime due gare. La stagione però è ancora molto lunga quindi è meglio aspettare prima di dare un giudizio vero e proprio. Gli obiettivi dei nuovi regolamenti erano principalmente due: permettere alle monoposto di stare più vicine e ridurre il gap tra le varie scuderie. Su questo aspetto mi auguro possano esserci dei miglioramenti”. 

La Ferrari: un posto speciale ma tanta pressione

Sulla Ferrari a rivelato che esiste una pressione enorme all’interno della squadra che può creare un  impatto negativo ma vincendo si riceve fiducia: “La Ferrari ha un ruolo speciale in Formula 1. Si tratta di una squadra sempre sotto pressione e questo può impattare in negativo sul team. Penso che in questo momento abbiano molta voglia di tornare a vincere così come accaduto a fine anni Novanta”, ha concluso.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Autore per F1ingenerale.com. E’ appassionato di Formula 1 fin da bambino. Ama questo sport perchè è il suo sogno da sempre. Ama il rumore assordante, l'odore della pista, l'attesa, la tensione, le macchine che scattano impazzite, il brivido, la strada che corre veloce, i sorpassi, la paura di sbagliare, il coraggio, il superare se stessi. Il suo motto: "Non si può descrivere la passione, la si può solo vivere" cit. Enzo Ferrari.
Disqus Comments Loading...

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

Consulta i dettagli della nostra privacy policy.