F1 | Torna l’effetto suolo in Formula 1 dal 2021

Nel 2021 la Formula 1 cambierà nuovamente volto. Ancora una volta, la massima serie del motor sport, si reinventerà estremizzando la ricerca ingegneristica ed aerodinamica delle monoposto.

regolamento F1 2021
Quasi raggiunto l’accordo per i regolamenti f1 del 2021. Fonte @racer

Ritorno al Futuro

Il richiamo ad uno dei film di fantascienza più famoso degli anni ’80, (Ritorno al futuro appunto) sembra quanto mai doveroso in questo momento di forte cambiamento regolamentare che di qui a poco darà alla luce una nuova era della Formula 1. Formula 1 effetto suolo 2021

La classe regina infatti dal 2021 reintrodurrà l’effetto suolo. La semplificazione estrema delle vetture vedrà la reintroduzione del celebre effetto suolo tanto centrale nell’impostazione aerodinamica delle vetture degli anni ’80.

L’effetto suolo è un effetto che si crea quando le vetture convogliano la maggior parte dei flussi d’aria al di sotto del fondo, creando uno schiacciamento della stessa verso l’asfalto.

Ciò è dovuto allo sfruttamento di tunnel e diffusori posti sul fondo della monoposto che incanalano gran parte dell’aria con la quale entrano in contatto, creando un’incredibile azione deportante.

Le attuali monoposto di Formula 1, al contrario, generano la maggior parte del carico aerodinamico dalla superficie superiore, sfruttando complesse appendici aerodinamiche.

Tutte queste componenti verranno rimosse dal 2021, quando la filosofia progettuale delle vetture sarà tutta concentrata sul fondo. Le ali anteriori e posteriori verranno ulteriormente semplificate, con il risultato evidente di una vettura dalle linee più morbide e meno complesse rispetto ad oggi. Formula 1 effetto suolo 2021

L’obiettivo della FIA

Il direttore tecnico della FIA, Nikolas Tombazis afferma che i cambiamenti sono pensati per rendere più semplice per le monoposto inseguirsi senza perdere carico aerodinamico.

“ l’obiettivo principale è quello di migliorare la capacità della monoposto di inseguirne un’altra senza soffrire una perdita di performance”.

“Per chiarire meglio: le attuali vetture, nell’inseguimento, possono perdere quasi metà del loro carico aerodinamico e questo rende molto più difficile inseguimenti e sorpassi, creando una situazione in cui si distruggono le gomme molto più facilmente, per due motivi. Uno è perché le auto scivolano di più ed in secondo luogo perché aggiungendo turbolenze e aria lenta, le gomme ed il resto della vettura non si raffreddano come dovrebbero”.

“ Quello che le auto del 2021 riceveranno invece, saranno flussi più puliti. Passeremo quindi da una perdita odierna del 50% del carico in inseguimento, ad un 5-10% nel 2021”.

“Siamo consapevoli comunque che quando lo sviluppo proviene dai team, che non si preoccupano di quale sia la performance dell’auto che segue, potrebbe essere negato qualcuno di questi guadagni. Il nostro compito è fare delle regole che cerchino di impedirlo il più possibile”.

seguici anche su Telegram 

Formula E | Bomba di mercato: Lotterer lascia Techeetah per Porsche

Alessio Arcidiacono

Studente magistrale di Economia. Da sempre appassionato di Formula 1, sogna di lavorare nella massima serie del motorsport.