F1 | Toto Wolff contro la griglia invertita: “Siamo la Formula 1, mica un reality show”

Il team principal della Mercedes, Toto Wolff, ha criticato aspramente l’idea di utilizzare la griglia invertita in F1, ma non perché le sue vetture partirebbero dal fondo: “La Formula 1 non è il Grande Fratello e né tanto meno la WWE.”

toto wolff griglia invertita inversa mugello mercedes f1

Alcuni mesi fa la F1 stava spingendo per utilizzare un nuovo formato di gara sprint a griglia invertita, al posto delle qualifiche, da utilizzare in alcune gare del 2020. La Mercedes è stata la scuderia che ha posto il veto su questa scelta, costringendo così la F1 a scartare questa ipotesi. toto wolff griglia invertita

Ma a seguito di un’entusiasmante gara a Monza che ha visto i primi classificati nei guai e Pierre Gasly con l’AlphaTauri ottenere una vittoria scioccante, la F1 ha comunicato di voler rivisitare i piani per il 2021.

Il pensiero di Toto Wolff

Alla domanda se la sua posizione sulla griglia invertita fosse cambiata, Toto Wolff ha confermato la sua opposizione alla proposta, credendo che sarebbe assolutamente contro il DNA della F1 e rischierebbe di produrre troppi risultati casuali.

“Non credo che dovremmo pasticciare con nessuno dei format. Vediamo campionati di corse che hanno cercato di cambiare alcuni format storici, mi viene in mente la NASCAR, e non penso che dovremmo scherzare con questo.

“Questo non lo dico perché ho una propensione per la Mercedes. Al contrario, mi piacciono la variabilità e l’imprevedibilità. E sono sicuro che avremo gare molto diverse, come quella di Monza.”

“Ma nessuno vuole un vincitore che parta dal fondo. Non credo che dovremmo progettare risultati strani in cui è quasi impossibile sorpassare, solo perché crediamo che l’ordine gerarchico dovrebbe essere diverso. Questa è una meritocrazia, questo è uno sport in cui il migliore uomo e la migliore macchina vincono. Questa non è mica la WWE [Wrestling], dove il risultato è completamente casuale.

“Se vuoi fare qualcosa di casuale, facciamo uno spettacolo. Ma penso che il DNA centrale di questo sport sia essere uno sport, e quindi una piattaforma di intrattenimento. Non è uno spettacolo, non è un reality show. Non è il Grande Fratello, e non penso che dovremmo andare in quella direzione”.

La situazione attuale

Le modifiche alla governance della F1 sono state apportate in base al Concorde Agreement appena concordato, che entrerà in vigore dal 2021. Format come le gare sprint a griglia invertita ora richiedono solo una “super maggioranza”, che sarebbe raggiunta con l’approvazione di otto team più FIA e F1. Ross Brawn ha dichiarato che la F1 “continuerà a valutare nuovi format con l’obiettivo di migliorare lo spettacolo, ma mantenendo sempre il nostro DNA“.

Se la proposta venisse approvata, il formato sarebbe utilizzato solo su alcuni circuiti durante la stagione 2021, e non diventerebbe un cambio di format permanente. Tuttavia restano molte perplessità sull’attuabilità di tale format; anche sul tema sicurezza, con vetture lente a fare da tappo, e macchine più veloci che partono in fondo alla griglia. Sarebbe forse meglio pensare a qualcosa di più semplice.

F1 | Il Direttore di gara Michael Masi risponde duramente alle critiche di Hamilton

toto wolff griglia invertita inversa f1 ross brawn mercedes ferrari

Simone Frigerio

Vivo per scrivere, mi nutro di MotoGP e Formula 1