F1 | Toto Wolff e la scelta tra Bottas e Russell: “Ci sono tante cose da valutare, è molto complicato”

Intervenuto in conferenza stampa, Toto Wolff ha avuto modo di parlare di Bottas e Russell, analizzando quanto sia difficile prendere una scelta per il sedile 2022.

Russell Bottas Toto Wolff
crediti: Formula1.com

Ormai è sulla bocca di tutti: almeno un sedile Mercedes è in bilico per il 2022 (anche se quello di Hamilton sembra essere praticamente assicurato anche per la prossima stagione). Stiamo parlando di quello di Valtteri Bottas, il finlandese che, alla sua quinta stagione in Mercedes, sembra essere sempre più lontano dai piani di Toto, a differenza di Russell. Il britannico ha già avuto modo di mostrare la sua forza lo scorso anno, quando ha sostituito Hamilton nel GP del Sakhir mostrando tutte le sue potenzialità. Ma è davvero così scontato che Bottas lasci Mercedes e al suo posto, al fianco di Hamilton, arrivi un giovane pieno di grinta e voglia di vincere? 

Il commento di Toto Wolff in conferenza

Lo stesso Toto Wolff in conferenza stampa ha fatto intendere quanto questa sia una scelta difficile da compiere. Non si sa con certezza quella che potrebbe essere definita “data di scadenza”. Certo è che, come ribadito dall’austriaco, il commento su una possibile scelta in inverno era una simpatica presa in giro. Probabilmente già qualcosa si è mosso in casa Mercedes, ma potremmo aspettarci notizie più certe dopo Silverstone.

In termini di decisione, cosa stai aspettando? Quali sono i punti su cui ti stai focalizzando per capire? “Cosa sta portando a questo ritardo? Due piloti per un sedile. Due piloti che possono ancora avere una bellissima carriera in Formula 1. Voglio cercare di dare grinta a Valtteri, voglio vedere tutto il suo potenziale sprigionarsi. E voglio vedere come George guida in Williams e come è in grado di gestire la situazione”.


Leggi anche
F1 | GP Francia 2021 – Classifica piloti e team [Round 7/23]


Bottas o Russell: questo è il dilemma di Wolff

La situazione, guardando anche alla gara di ieri, sembra essere chiara. Più volte l’ingegnere di Valtteri si è aperto con lui in radio spronandolo e cercando di dargli ancora più grinta. Si tratta sicuramente di gare, insieme a quelle in Austria, in cui Bottas avrà gli occhi del team Mercedes ben puntati su di lui. Ricordiamo che il finlandese è alla sua quinta stagione nel team, lo stesso Wolff sa cosa potrebbe voler dire fare un cambio di questo genere. Significherebbe rompere gli “equilibri” che si erano creati in squadra. L’arrivo di Russell sarebbe un fulmine a cielo aperto per il team di Brackley. Russell è un pilota pieno di grinta e giovane, che difficilmente accetterà di star per tanto tempo dietro gli ordini del team. Lo stesso Bottas sembra essere arrivato al limite, con un team radio di ieri molto arrabbiato nei confronti della strategia della squadra. Anche Toto Wolff ha avuto modo di lodare questa sua grinta, dimostrando che questo è ciò che vuole vedere e sentire dal finlandese.

Si tratta, in conclusione, di una scelta molto complicata e rischiosa per Mercedes: da un lato potrebbe restare Bottas, che però ha molti limiti (errore sul sorpasso di Perez), ma che potrebbe fare comodo nel campionato costruttori. Dall’altro lato, firmando un contratto a Russell, arriverebbe in Mercedes un pilota completamente diverso e pronto a rompere gli equilibri del team, con voglia di vincere e fare anche meglio del sette volte campione de mondo Lewis Hamilton.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Alessia Malacalza

Classe 2000, aspiro a lavorare nel mondo dello sport. Studio Comunicazione d'impresa e relazioni pubbliche a Milano.