F1 | Toto Wolff: “Impossibile stabilire il più forte tra Hamilton, Verstappen, Leclerc e Russell”

Toto Wolff ha affermato a ORF che sia impossibile decretare con sicurezza chi sia più veloce in griglia in F1 tra il “suo” Hamilton e gli altri talenti intorno a lui.

f1 toto wolff hamilton
Toto Wolff – Foto: twitter Mercedes AMG F1

Max Verstappen, Charles Leclerc, George Russell: da tempo si parla del loro talento come cristallino, da tempo i più li riconoscono come probabili futuri campioni. Tuttavia deve ancora scoccare l’ora della nuova generazione, perché davanti a tutti c’è sempre lui, sir Lewis. Le discussioni su chi sia il più veloce in F1 tra Hamilton ed i giovani piloti sopracitati si susseguono: ad esprimere la propria visione è, in questo caso, Toto Wolff.

A riguardo i team principal della scuderia della stella a tre punte si è confidato all’emittente austriaca ORF. Così il boss di Mercedes: “Puoi giudicare i migliori piloti in griglia solo se permetti loro di gareggiare l’uno contro l’altro”.

Non abbiamo ancora visto Lewis contro Max, non abbiamo visto Lewis contro George, non abbiamo avuto l’opportunità di vedere Charles Leclerc con una vettura al top”.


L’austriaco ha poi proseguito volgendo lo sguardo ai prossimi anni. “Ma il futuro appartiene ai giovani piloti e prima o poi arriveranno a gareggiare l’uno contro l’altro a parità di mezzi. Lì vedremo chi è il migliore. Così ha concluso Toto Wolff la riflessione: dai migliori della griglia in F1 fino ad Hamilton ed ai giovani.

Quando vedremo il futuro equilibrato previsto da Wolff? La stagione imminente ci dirà se dovremo aspettare il 2022, in attesa che il cambio di regolamenti possa mescolare le carte in tavola. Per assistere ad una sfida tra le nuove leve e Lewis sarà però fondamentale il rinnovo di Hamilton, ulteriore argomento trattato dal boss della Mercedes.

 

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

24 Ore di Daytona | Si scaldano i motori: gli orari TV dell’edizione 2021

Francesco Rapetti

Aspirante giornalista, studente di Scienze Politiche all'Università di Genova. Appassionato di Formula 1 fin da piccolo.