F1 | Toto Wolff: “La mappatura uguale non sarà una perdita per Mercedes, saremo più forti in gara”

A differenza delle aspettative, il ban delle Party Mode per le qualifiche potrebbe diventare un’arma a vantaggio della Mercedes in gara. Questo è quello che pensa Toto Wolff, Team Principal delle Frecce Nere. Toto Wolff mappatura Mercedes

Toto Wolff mappatura Mercedes
Credits: Sky Sport

La FIA ha scritto ai team la scorsa settimana informandoli di un piano per consentire solo una modalità per le qualifiche e la gara, con dettagli che saranno confermati da una direttiva tecnica prima del GP del Belgio. Inoltre, a dimostrazione della grande attività della Federazione sotto ogni aspetto, è il fatto dell’analisi indetta su tutti i sistemi ERS delle Power Unit. Il cambiamento è stato fortemente voluto dalla FIA per aiutare il suo personale tecnico nei controlli e garantire il rispetto delle normative. Toto Wolff mappatura Mercedes


Leggi anche:
Il ban del party mode è stato posticipato al GP d’Italia


Ovviamente la F1 è da sempre terreno di innovazione e ricerca; quindi è normale che i team, specialmente quelli più avanzati, cerchino sempre di trovare nuove idee per migliorare le prestazioni in pista. Proprio per questo secondo molti la decisione della medesima mappatura per qualifica e gara suona come un attacco alla fenomenale Mercedes.

Nonostante ciò, il Team Principal Mercedes Toto Wolff ritiene che questa decisione sia coerente con il progetto della FIA: Toto Wolff mappatura Mercedes

“Penso che l’obiettivo principale della FIA fosse quello di implementare il regolamento per capire meglio e analizzare più nel dettaglio cosa sta dietro agli attuali motori. È inevitabilmente che la componente più complessa dell’intera vettura di F1 sia proprio la Power Unit. Bisogna comprendere bene sia il motore a combustione che tutto il sistema di recupero dell’energia. Avere una modalità unica per gara e qualifica renderà il tutto più facile per la FIA; soprattutto per verificare che ogni cosa sia conforme al Regolamento Tecnico.”

Parlando del potenziale risvolto negativo della regola della mappatura, Wolff pensa che potrebbe dare un risvolto positivo inatteso:

“Da sempre nella storia della F1 la FIA ha cercato di rallentare il dominio del leader, è una cosa ciclica e ora siamo noi in quel ruolo da diverso tempo. La squadra però vede tutto ciò come una sfida. Abbiamo una buona mappatura da qualifica e siamo in grado di dargli ad oggi più di potenza nelle sessioni finali. Se questo non è più possibile perché tutto deve essere livellato durante la gara, allora non sarà un perdita per Mercedes; al contrario, pensiamo di poterlo tradurre in maggiori prestazioni in gara. Questa è una grande sfida che affronteremo a testa alta sapendo di poter fare comunque bene.”

Inoltre ha sottolineato:

“Penso che il sabato non manchino le prestazioni. Finora abbiamo constatato di possedere un bel margine. Abbiamo faticato in alcune delle gare in cui eravamo piuttosto limitati nelle modalità del motore, e se la F1 dovesse bandire alcune mappature, allora penso che ci aiuterà effettivamente in gara. Se riesci a evitare di danneggiare il tuo propulsore in quei pochi giri spinti durante la qualifica, le metriche dei danni scendono drasticamente.”

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

 

F1 | Chris Horner: “Se Vettel decidesse di prendersi un anno sabbatico rimarrebbe interessanti per le squadre”

mm

Matteo Quattrocchi

Studente presso L’Università degli Studi di Pavia, fotografo sportivo e appassionato di motori da sempre.