F1 | Toto Wolff: “Michael Masi era diventato un “ostacolo” per la F1 perché non ascoltava le critiche. Era poco rispettoso verso i piloti”

Il Team Principal della Mercedes Toto Wolff afferma che l’ex direttore di gara della F1 Michael Masi era diventato un “ostacolo

Masi Toto Wolff Mercedes Abu Dhabi Lewis Hamilton Max Verstappen mondiale Formula 1 F1

Toto Wolff ha rilasciato alcune dichiarazioni su Michael Masi, che ha perso il suo lavoro in F1, a seguito della gestione della safety car riavviata nelle fasi finali del Gran Premio di Abu Dhabi dello scorso anno

Un’indagine della FIA ha rilevato che Masi non ha rispettato i regolamenti nell’organizzare la ripartenza dell’ultimo giro della gara, a seguito del quale Max Verstappen ha superato Lewis Hamilton vincendo il titolo mondiale.

Wolff non ha fatto mistero della sua infelicità per gli eventi di quel giorno, e ha detto che non aveva intenzione di parlare di nuovo con Masi dopo quello che è successo.

In un’intervista con la Press Association al Gran Premio d’Australia, Wolff ha rivelato i suoi sentimenti su Michael Masi e come ha cercato di fargli capire le sue opinioni durante un pranzo in vista del finale di Abu Dhabi.

È piuttosto interessante perché ho pranzato con lui il mercoledì prima della gara e gli ho detto che deve prendere le critiche senza arrabbiarsi ma accettandole“.


Leggi anche: F1 I GP Australia – McLaren ha chiesto a Ricciardo di non superare il compagno alle prese con problemi di carburante


Lewis lo fa tutti i giorni, ma tu sei il ragazzo che sembra sapere sempre meglio“, ha spiegato Wolff.

Non si trattava di influenzarlo, ma di dare il mio feedback onesto sul fatto che non avrebbe dovuto bloccare l’opinione esterna semplicemente perché aveva torto“.

Si sente parlare dei piloti e di come sono stati condotti i briefing dei piloti da Masi e alcuni dei ragazzi hanno detto che è stato quasi irrispettoso il modo in cui ha trattato alcuni di loro“, ha aggiunto Wolff.

Era semplicemente immune da qualsiasi feedback e anche oggi non ha riflettuto adeguatamente sull’aver fatto qualcosa di sbagliato.”

Era una responsabilità per lo sport perché tutti continuavano a parlare di Abu Dhabi e del direttore di gara, e il direttore di gara non dovrebbe essere qualcuno di cui si parla, ma qualcuno che fa il lavoro e si assicura che la gara si svolga secondo i regolamenti.”

Wolff ha detto che Niels Wittich, uno dei due sostituti di Masi, “non ha sbagliato niente” da quando è subentrato. Tuttavia ha messo in dubbio la necessità il fatto che i piloti non debbano indossare gioielli mentre guidano.

Hamilton ha detto ieri che non può rispettare questa restrizione perché alcuni dei suoi piercing sono fissi.

È una battaglia che deve avvenire in questa fase?” disse Wolff. “Tuttavia, se si rivelasse il più grande passo falso di un direttore di gara, lo rifarei mille volte“.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

mm

Chiara Russo

Classe 1996, grande appassionata di Formula 1 e MotoGP. Mi piace parlare di sport per trasmettere la mia passione alle altre persone.