F1 | Toto Wolff sul futuro di Russell: “Se la Williams non lo terrà, avremo un grande terzo pilota”

In conferenza da Portimao, Toto Wolff ha parlato di Russell, in dubbio per il 2021, confidando di non essere preoccupato per il suo futuro.

toto wolff russell

La permanenza di George Russell in Williams per il 2021 non è ancora certa: Toto Wolff, nel corso di una conference call, ha parlato del futuro del giovane pilota di proprietà della Mercedes.

Il team principal della Mercedes, rispondendo ad una domanda dei giornalisti, ha confidato: Onestamente non credo che la situazione sia così critica per il suo futuro“.

“Ci sono voci che dicono che George rimarrà, altre dicono che arriverà qualche altro ottimo pilota con un po’ di budget”, continua il boss della casa di Stoccarda.

La ragione per cui i nuovi investitori della Williams sono entrati in questo mondo – dice Wolff – è perché vogliono essere competitivi. Hanno programmato molto bene come migliorare la performance anno dopo anno, quindi non credo si aspettino nulla dall’esterno”.

George può avere un importante ruolo per in questo. Sta portando a casa ottime prestazioni, il team lo sostiene, per cui se fossi in loro lo terrei, dice l’austriaco.

“Se così sarà allora penseremo al suo futuro l’anno prossimo, se invece prenderanno un’altra decisione dovremo pensarci subito. La scelta spetta a loro – dice tranquillamente il boss di Mercedes – e qualunque sarà la rispetteremo. Rispettiamo l’indipendenza della Williams e di certo il rapporto con loro non avrà conseguenze negative“.

E se la Williams non confermasse Russell?

Le parole di Toto Wolff dimostrano la serenità del team principal nei confronti di questa situazione. Il rischio però è che possa ripetersi il destino che fu per Wehrlein e Ocon anche per Russell: anche di questo Toto Wolff non sembra essere preoccupato.


“Cosa accadrebbe se George non venisse confermato in Williams? Lo terremmo con noi e avremmo per il 2021 un terzo pilota sensazionale!, esclama Wolff.

E come pilota di riserva di Mercedes, Russell non starebbe un anno fermo: “Lo sottoporrei ad un programma di test molto intenso per l’esplosione nel 2022”.

Anche questa è una prospettiva allettante per il 22enne inglese. Il contratto firmato recentemente da Bottas scadrà infatti al termine del 2021. Un passaggio di Russell a Brackley tra due anni non è di certo da escludere.

 

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

F1 | Respinta la deroga richiesta dalla Regione, confermato che il GP ad Imola si terrà a porte chiuse [COMUNICATO]

Francesco Rapetti

Aspirante giornalista, studente di Scienze Politiche all'Università di Genova. Appassionato di Formula 1 fin da piccolo.