F1 | Tra disastro Ferrari e miracolo di Gasly, le pagelle del Gp del Brasile

Tra le storiche curve di Interlagos è andata in scena una gara dalla difficile interpretazione e dal finale mozzafiato. Vince Verstappen che, per la prima volta in carriera, riesce a capitalizzare la pole position. Ma la vera notizia non la fa l’olandese. Doppia prima volta a podio per Gasly e Sainz. Nessuna Ferrari ed una sola Mercedes al traguardo: questo è stato il Gp del Brasile. Pagelle Gp Brasile

Ecco le pagelle del Gp del Brasile. Pagelle Gp Brasile

Mercedes: 5,5

La mancanza del leader si fa sentire. Con Wolff lontano dal circuito, la Mercedes non appare in forma smagliante. Competitiva sul passo gara ma eccessivamente lenta in rettilineo, la freccia d’argento cede allo strapotere velocistico di una strepitosa Red Bull. Per di più, come se non bastasse, la power unit abbandona Bottas e Hamilton, in una delle rare volte nella sua carriera, incappa in un errore che gli costa il podio, venendo penalizzato per aver tamponato, maldestramente, Albon. Pagelle Gp Brasile

Hamilton: 5,5

Col mondiale già archiviato, Lewis Hamilton sembra mancare della lucidità che lo contraddistingue. Manca dalla pole ormai dall’estate, ma riesce a superare Vettel in partenza portandosi in 2° posizione. Di lì in poi patisce un calo di potenza alla fine di ogni rettilineo e non sembra impensierire mai seriamente Max Verstappen. Cede, come un principiante, alla foga dell’attacco e sperona Albon in quel momento a podio. Il tamponamento apre la strada ad uno strepitoso Gasly che, in volata, giunge 2°al traguardo. Penalizzato per il contatto, scivola a centro gruppo.

Bottas: 6,5 Pagelle Gp Brasile

Più concreto del compagno di squadra, il finlandese sembra poter raggiungere posizioni importati, ma la sua power unit, nel momento in cui è ingaggiato con Leclerc, lo abbandona e lo costringe al ritiro. Un peccato. Pagelle Gp Brasile

Ferrari: 7

Si, 7. Perché se si deve guardare la pista, la scuderia di maranello non è sembrata in particolare difficoltà in Brasile. La vettura, abbastanza bilanciata, ha permesso di lottare persino per la vittoria ad un certo punto. Qualche strategia, solita, un po’in ritardo e un incidente evitabile tra i due piloti, “regala” al team un doppio 0. Pagelle Gp Brasile

Vettel: 4

Avrebbe meritato di più ma la colpa (al 50%) dell’incidente non permettono altri giudizi. Costante in gara e veloce in qualifica, peccato che la convivenza col giovane compagno di squadra stia iniziando a scricchiolare vistosamente. Pagelle Gp Brasile

Leclerc: 4

Anche il giovane monegasco avrebbe meritato di più. Partito 14° fa una bella rimonta e, nonostante il secondo stint sotto tono, riesce a recuperare posizioni. L’altra metà della colpa per l’incidente però, gli vale il 4 in pagella. Anche lui rimandato ad Abu Dhabi.

Red Bull: 10 Pagelle Gp Brasile

Praticamente perfetta la vettura di Milton Keynes che, per la prima volta in stagione, può vantare un motore che spinge anche più degli avversari. Honda è tornata. Pole e vittoria per Super Max. peccato per Albon che, autore di un’ottima gara, vede sfumare il podio per colpa di Hamilton. Ironia della sorte vuole che a podio arrivi il precedente occupante della sua vettura: Gasly. Pagelle Gp Brasile

Verstappen: 10 Pagelle Gp Brasile

Pole e vittoria. Un martello. Costante e veloce. Non è un caso se nella gare più pazze la spunti sempre lui.

Albon: 8 Pagelle Gp Brasile

Avrebbe meritato il podio ma Hamilton glielo nega. Ottima gara del neo confermato anglo-thailandese. Il ragazzo sembra aver imparato a gestire auto e pressione. Pagelle Gp Brasile

McLaren: 10

La McLaren sta tornando. Primo podio dopo anni di inferno e primo podio per Sainz. Un terzo posto che sa di vittoria e di speranza per il futuro. Questo risultato blinda il 4°posto nel costruttori ed incornicia un’ottima stagione. Pagelle Gp Brasile

Sainz: 10

Il vero best driver della giornata è lui. Partito ultimo ed arrivato a podio. Sensazionale. Carlos è cresciuto ed ormai è un pilota forte e maturo. Peccato solo che il podio non l’abbia potuto festeggiare per via della penalità ritardata inflitta ad Hamilton. Pagelle Gp Brasile

Norris: 8

Il giovane ragazzino neo ventenne cresce a vista d’occhio ed è, ormai, quasi una certezza. Bello il duello ruota a ruota con Leclerc durante il primo giro. Non sempre l’età è sinonimo di poca aggressività.

Renault: 6

Un buon week-end per la scuderia francese. Solo Ricciardo, nonostante i 5 secondi di penalità per un contatto con Magnussen a fine gara, arriva a punti e conquista la 6°posizione. Più in difficoltà Hulkenberg che, complice una penalità, giunge al traguardo 15°. Pagelle Gp Brasile

Ricciardo: 7,5 Pagelle Gp Brasile

Nonostante la penalità, il pilota australiano convince e si impone di forza tra i piani alti della classifica. L’esperienza del non più giovanissimo Ricciardo esce fuori proprio in situazioni di gara concitata.

Hulkenberg: 4,5

Ormai prossimo all’addio alla F1, il tedesco sembra aver mollato la presa. Lontano dai radar della corsa e poco motivato, giunge al traguardo in 15°posizione. Pagelle Gp Brasile

Toro Rosso: 9 Pagelle Gp Brasile

Merita 9 solo per aver permesso a Gasly di arrivare 2°. Kvyat invece, autore di una gara complicata, guadagna solo un punto. Due motori in fiamme nelle prove e poi il miracolo. Veloci sul dritto, grazie al motore Honda e agili tra le curve, le Toro riescono contrastare anche vetture più veloci e blasonate. Bellissimo il finale in volata tra Gasly e Hamilton. Pagelle Gp Brasile

Gasly: 10

Qunado vieni retrocesso in seconda squadra a metà stagione o accusi il colpo o reagisci. E Gasly sta reagendo, eccome. Sempre veloce e costante, il giovane francese sta dimostrando di meritare la massima serie del motorsport. Miglior piazzamento della carriera dietro al vecchio compagno di squadra. Che week-end se si pensa che è iniziato con un motore in fiamme. Pagelle Gp Brasile

Kvyat: 6

Motore in fiamme anche per lui nelle prove ma niente miracolo. La dea bendata gli aveva già sfiorato il pedale dell’acceleratore in Germania. Conclude comunque in 10°posizione.

Alfa Romeo: 9 Pagelle Gp Brasile

Ottima prestazione, finalmente, della scuderia italo-svizzera. Dopo una lunga serie di gare storte, l’Alfa azzecca un ottimo week-end e permette ai propri piloti di piazzarsi in 4° e 5°posizione.

Raikkonen: 9

Bentornato Kimi! A digiuno di buone prestazioni da un po’, il finlandese è sembrato a proprio agio sin da subito. Torna a casa con un’ottima 4°posizione: la migliore della stagione.

Giovinazzi: 9

Forte del rinnovo, il pilota pugliese sfodera una prestazione da pilota affermato. Solido, coriaceo e veloce. Che il rinnovo lo abbia fatto rasserenare e permesso di sfoggiare il suo talento?

Racing Point: 6

Solito week-end mediocre con il solo Perez che riesce a portare i punti a casa. Il team con capitali canadesi è sempre in bilico tra la zona punti. Non un’annata molto felice.

Perez: 7

Unico portacolori della scuderia capace di far funzionare la vettura. Un pilota d’esperienza è l’unica cosa che salva la squadra da un destino ben peggiore.

Stroll: 5

Altra gara, altro week-end mediocre. Se il tempo regala esperienza, lo stesso non si può dire per Stroll. Dopo anni non ha ancora fatto miglioramenti significativi. Pagelle Gp Brasile

Haas: 4,5

Sembrava il week-end della rinascita. Le buone qualifiche facevano ben sperare e poi invece la gara ha sentenziato: 0 punti.

Magnussen: 5

Il danese sembrava aver il ritmo giusto per lottare per la zona punti ma il contatto con Ricciardo gli ha rovinato la gara. Chiude 11° ad una sola posizione dalla zona punti.

Grosjean: 4

Qualifiche buone ma gara sottotono. Una stagione da dimenticare per lui e non è di certo il primo anno che viene detto.

Williams: 5

La bagarre di fine gara “regala” una 12°posizione a Russell. Ancora troppo lontane e lente però le vetture. Chiude la stagione così com’è iniziata: in ritardo.

Russell: 5,5

Ingaggiato in una lotta fratricida ed inutile col compagno di squadra, almeno sembra essersi divertito. Chiude in 12°posizione un Gp più positivo di altri.

Kubica: 4

Meno 1. Solo un’ultima gara in questa stagione di calvario. Poi il polacco andrà via verso altri lidi. Anche lui sicuramente conta i giorni.

Seguici su Telegram

F1 | GP Brasile- La gara della Racing Point- Perez: “Meritati i nostri due punti”

Condividi

Studente magistrale di Economia. Da sempre appassionato di Formula 1, sogna di lavorare nella massima serie del motorsport.

Disqus Comments Loading...

Articoli Recenti

F1 | Mercedes completa il primo test con gomme Pirelli da 18 pollici

Durante la mattinata dei domenica anche Mercedes ha avuto modo di testare le gomme da 18 pollici che entreranno in…

3 ore fa

WEC | 8 ore del Bahrain 2019: Orari e News

Il WEC approda in terra asiatica per la 8 ore del Bahrain 2019. Ecco la time list per rimanere aggiornati…

9 ore fa

F1 | Vietnam GP, il circuito di Hanoi è quasi pronto: ecco quello che sappiamo

Il campionato mondiale di F1, come sappiamo, si arricchisce nel 2020 della tappa in Vietnam. La città di Hanoi è…

12 ore fa

F2 | Test Abu Dhabi Day 3 – Nikita Mazepin chiude la stagione in vetta.

Nikita Mazepin, pilota del Carlin fa segnare il miglior tempo nel terzo e ultimo giorno di test ad Abu Dhabi.…

13 ore fa

Formula 1 | Cronaca degli anni ’10: dai successi Red Bull all’impresa di Rosberg

Con il recente Gran Premio di Abu Dhabi un altro decennio di corse è stato consegnato alla storia. Andiamo quindi…

1 giorno fa

Formula E | Sovrapposizione con il DTM per l’eprix di New York. A rischio Frijns e Muller

Problemi di sovrapposizione tra Formula E e DTM. A rischio la partecipazione di Robin Frijns e Nico Müller all’eprix di…

1 giorno fa

Questo sito si serve dei cookie di per l'erogazione dei servizi, la personalizzazione degli annunci e l'analisi del traffico.