F1 | Ecco tutte le novità che ci aspettano nel 2021

A partire da nuovi piloti e team, sino ad arrivare ai nuovi Gran Premi e alle nuove regole: ecco tutte le novità che ci aspettano nel 2021 di F1.

novità f1 2021 formula1 nuovi piloti schumacher mazepin tsunoda alonso team squadre scuderie aston martin renault alpine nuove gare gran premi gp arabia saudita olanda zandvoort imola regole 2022 regolamento orari calendario durata prove libere
credit:@Scuderia Ferrari Press office

Numerose sono le novità che ci aspettano in F1 nella stagione 2021. In un’annata che non porterà grandissime rivoluzioni nelle gerarchie, nuovi piloti, nuovi team, Gran Premi inediti, e alcuni cambi regolamentari, renderanno ancora più appassionante il Mondiale 2021 di Formula 1.

I nuovi piloti

Saranno ben 8 i cambi di sedile rispetto al 2020. In particolare, 3 nuovi piloti approderanno in F1, tutti e tre provenienti dalla Formula 2. Mick Schumacher, figlio di Michael e Campione in carica di F2, sarà alla guida della Haas, al fianco di un altro rookie, Nikita Mazepin. Il terzo esordiente è Yuki Tsunoda, primo nato negli anni 2000 in F1, che prenderà il posto di Daniil Kvyat in AlphaTauri. Oltre a questi 3 rookie, la Formula 1 vedrà un graditissimo ritorno, quello di Fernando Alonso in Renault, squadra con cui vinse i suoi due titoli nel 2005 e 2006.

Alonso prende il posto di Ricciardo, accasatosi in McLaren per sostituire il nuovo compagno di Leclerc in Ferrari, Carlos Sainz. L’ormai ex ferrarista Sebastian Vettel ha trovato un sedile in Racing Point, al fianco di Lance Stroll. Il team inglese ha licenziato Sergio Perez, il quale è però riuscito a farsi ingaggiare da Red Bull, delusa dalle pessime prestazioni di Alexander Albon. Mercedes, Alfa Romeo e Williams sono le uniche tre scuderie ad avere la stessa line-up del 2020.

Nuovi team

Più che di nuovi team, bisognerebbe parlare di importanti rebranding. Le 10 scuderie, infatti, resteranno le stesse, ma due di loro cambieranno nome. La prima è la Racing Point, che diventerà Aston Martin. Lo scorso gennaio Lawrence Stroll, grande capo di Racing Point, ha acquistato il 25% delle quote della famosa casa automobilistica inglese. Dopo questa mossa, Stroll ha deciso di riportare in Formula 1 il marchio Aston Martin, dopo una breve apparizione tra anni 50 e 60.

L’altro importante cambiamento riguarda la Renault. Dal 2021, infatti, il team francese si chiamerà Alpine, prendendo il nome dalla società del gruppo Renault dedicata alle auto sportive. Il nuovo CEO Renault, Luca De Meo, sta portando una vera e propria rivoluzione anche nel reparto Formula 1. Il nuovo Team Principal sarà Laurent Rossi, che sostituisce Cyril Abiteboul. Inoltre, un posto di rilievo andrà a Davide Brivio, fresco Campione del Mondo di MotoGP come team manager della Suzuki.

Due nuovi Gran Premi

Il Gran Premio di Olanda tornerà in F1 a distanza di 36 anni dall’ultima volta, nel nuovo Zandvoort, ricostruito come nuovo per l’occasione. Il GP d’Olanda sarebbe dovuto tornare nel 2020, ma la gara è stata cancellata per la situazione pandemica mondiale.

La più grande novità del calendario 2021 di F1 è rappresentata però dall’esordiente GP di Arabia Saudita. In attesa della costruzione del nuovissimo circuito a Qiddiya, dal 2021 l’Arabia entrerà già in calendario con un circuito cittadino a Jedda.


Un’altra novità importante è rappresentata dal numero di gare: addirittura 23, record di sempre per la Formula 1. In una stagione che sarà ancora caratterizzata dal Covid-19, riuscire a disputare tutti e 23 i GP sarà un’impresa. Non a caso, sono già stati annunciati i primi cambiamenti nel calendario 2021. Il GP di Australia viene spostato a novembre, facendo sì che l’esordio sarà in Bahrain il 28 marzo. Inoltre il GP di Cina è spostato a data da destinarsi, venendo sostituito da una gara ad Imola, il 18 aprile, per la gioia dei tifosi italiani.

I cambi regolamentari

Sebbene bisognerà aspettare il 2022 per l’importante cambio regolamentare, che potrebbe cambiare tutte le gerarchie della Formula 1, nel 2021 vedremo comunque alcune importanti novità tecniche. Una delle più importanti riguarda il fondo, che sarà più stretto rispetto al 2020. Inoltre anche il diffusore posteriore dovrà essere più piccolo. In generale ci sarà una riduzione di downforce del 10% rispetto alle attuali vetture. Le macchine peseranno 6 kg in più. Dal 2021 i team potranno sviluppare solo 5 diverse mappature motore, ed usarne una sola per gara. Infine, come già anticipato ad inizio stagione, il DAS della Mercedes sarà vietato, e non sarà possibile dunque variare la convergenza delle ruote agendo sul volante.

Nuovi orari

Ulteriori cambiamenti li osserveremo negli orari del weekend. La durata delle Prove Libere sarà ridotta. Le FP1 e FP2 dureranno un’ora, dunque mezz’ora in meno rispetto a prima. Inoltre, è molto probabile, anche se non ancora ufficiale, un cambio all’ora di partenza della gara. La FIA sta infatti pensando di tornare al canonico orario delle 14 (ora italiana).

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

F1 | Ferrari – Haas, Binotto spiega le nuove collaborazioni tra le due scuderie a partire dal 2021

novità f1 2021 formula1 nuovi piloti schumacher mazepin tsunoda alonso team squadre scuderie aston martin renault alpine nuove gare gran premi gp arabia saudita olanda zandvoort imola regole 2022 regolamento orari calendario durata prove libere

Simone Frigerio

Vivo per scrivere, mi nutro di MotoGP e Formula 1