F1 | Tutti i piloti di F2 e F3 che hanno ottenuto la superlicenza nel 2022

Senza la patente speciale FIA non si può correre in F1. Ecco chi ha soddisfatto i requisiti quest’anno.

Una copia della superlicenza di F1 di Louis Deletraz © Unknown
Una copia della superlicenza di F1 di Louis Deletraz © Unknown

La superlicenza della FIA è necessaria per correre nel campionato di F1 e, per ottenerla, i piloti devono soddisfare una serie di requisiti imposti dalla Federazione. Durante la stagione 2022 ci sono riusciti in diversi tra coloro che hanno partecipato in Formula 2 e Formula 3.

Come funziona

I requisiti per ottenere la superlicenza sono elencati nel Codice Sportivo Internazionale della FIA, il documento che sancisce una serie di regole rispettate in tutte le diverse categorie del motorsport gestite dalla Federazione. I criteri sono 6 in totale, il primo è di aver compiuto 18 anni. Poi bisogna possedere già una licenza di Grado A, un altro tipo di patente speciale per piloti, e una patente di guida valida nel proprio paese di residenza.

Per ottenere la superlicenza poi bisogna anche passare un esame scritto di teoria sulle regole contenute nel Codice Sportivo e nel regolamento sportivo della F1. Per quanto riguarda le attività in pista, i piloti devono aver completato almeno l’80% di due stagioni complete a scelta tra alcune categorie elencate dalla FIA. Il piazzamento in ognuno di questi campionati da diritto a un certo numero di punti in base al risultato e al livello più o meno prestigioso della categoria. Per avere la licenza servono minimo 40 punti.

Formula 2

Felipe Drugovich, vincitore del campionato F2 del 2022, ottiene la superlicenza per correre in F1 © Unknown
Felipe Drugovich, vincitore del campionato F2 del 2022, ottiene la superlicenza per correre in F1 © Unknown

Il vincitore del titolo piloti di Formula 2 conquista automaticamente i 40 punti necessari per la superlicenza. Felipe Drugovich, quindi, è il primo pilota ad ottenere questo riconoscimento nel 2022. Vengono assegnati lo stesso numero di punti anche al secondo e al terzo classificato, che quest’anno sono Theo Pourchaire e Liam Lawson.


La partecipazione a sessioni di prove libere ufficiali della Formula 1 dove vengono completati almeno 100km di guida da diritto a 1 punto addizionale. Questo ha permesso anche a Logan Sargeant, quarto classificato, di ottenere la sua licenza. L’americano potrà così correre con Williams nel 2023.


Leggi anche: F1 | Arriva la F1 Academy: il campionato al femminile sviluppato dalla Formula 1


A seconda dei punti ottenuti nelle stagioni precedenti e nelle sessioni di FP1, anche altri piloti sono riusciti ad arrivare a quota 40. Frederik Vesti, Jack Doohan, Dennis Hauger, Jehan Daruvala, Roberto Mehri e Juri Vips completano la lista di piloti di F2 che avranno la superlicenza nel 2023.

 

Formula 3

Arthur Leclerc, pilota F3 nel 2022, è il secondo della famiglia a ottenere la superlicenza per correre in F2 © Unknown
Arthur Leclerc, pilota F3 nel 2022, è il secondo della famiglia a ottenere la superlicenza per correre in F2 © Unknown

Il campione piloti di F3 conquista 30 punti e, a seconda dei punti conquistati l’anno prima, può ottenere la superlicenza. È stato così per Victor Martins, vincitore del titolo nel 2022. Nella stessa categoria hanno raggiunto i 40 punti anche Isack Hadjar, Zane Maloney e Arthur Leclerc. Gli ultimi due l’anno prossimo saranno in Formula 2 e, con una superlicenza in mano, potrebbero avere già l’occasione di prendere parte a sessioni di prove libere di F1.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter