F1 | UFFICIALE: Aston Martin torna in Formula 1.

Adesso è ufficiale. Nel 2021 l’Aston Martin tornerà in Formula 1, continuando a lavorare dal quartier generale di Silverstone.

Stroll Aston Martin F1
Lawrence Stroll nel paddock di Monza –  Foto: F1INGENERALE

Nella giornata di ieri, 30 Marzo, gli azionisti dell’Aston Martin hanno approvato una raccolta fondi di 536 milioni di sterline, a cui si aggiungono i 260 milioni provenienti dal Yew Tree Consortium, un gruppo di investitori guidato da Lawrence Stroll. Il proprietario dell’attuale Racing Point F1 Team, ricoprirà il ruolo di Executive Chairman della Aston Martin. Stroll Aston Martin F1

“I benefici di un ritorno nella regina del motorsport sono chiari”, si legge nel comunicato. “Non c’è miglior modo per dare visibilità al brand se non quello di entrare in Formula 1. Lo sport richiede eccellenza nel design e nell’ingegneria e un’innovazione continua che verrà progressivamente integrata nelle generazioni future di auto.

Il lavoro sarà svolto da team di ingegneri e gruppi di lavoro che porranno le basi per il successo del team, lo sviluppo dell’auto e la creazione di un marchio globale.

L’intera Formula 1 è temporaneamente sospesa a causa del Covid-19. Nel Regno Unito alcuni team hanno dato vita al Project Pitlane con lo scopo di produrre respiratori. La programmazione della prossima stagione è già in corso e vi terremo aggiornati nei prossimi mesi”.

A questo comunicato si aggiungono le dichiarazioni di Stroll riguardo la lunga e faticosa trattativa. “Questo acquisto ha richiesto molte attenzioni e tanta energia”, ha sottolineato il Canadese. “Tuttavia è stata una trattativa molto eccitante. Le auto sono la mia passione e l’Aston Martin ha sempre avuto un posto speciale nel mio cuore. Annunciare questo affare è motivo di orgoglio per me e posso finalmente concentrarmi sul lavoro da fare”.

“Un brand come questo”, ha continuato l’imprenditore, “deve per forza competere ai massimi livelli. Non riesco a pensare ad un nome migliore per una scuderia di Formula 1. Il team è stato già impegnato in altre categorie, ma questa sfida non ha paragoni. La risonanza globale della Formula 1 ci aiuterà anche a dare visibilità al marchio.

Ti piacerebbe scrivere news o approfondimenti sulla F1, MotoGP o qualsiasi altra categoria motoristica?
F1inGenerale è alla ricerca di nuovi editori.Clicca qui per info

Stiamo continuando ad investire per poter competere ai massimi livelli da subito, utilizzando anche quanto fatto in questi anni in Racing Point. Il nome Aston Martin porta maggiori pressioni, ma siamo pronti alla sfida”.

In conclusione Stroll si è espresso anche riguardo l’emergenza in corso. “Tutti ne siamo colpiti”, ha detto, “e ovviamente siamo dispiaciuti di non poter gareggiare. Tuttavia capiamo l’importanza delle scelte fatte e per questo abbiamo aderito al Project Pitlane. Nel frattempo non possiamo fare altro che programmare il futuro”.

Seguici su Instagram e Facebook

F1 | La FIA modifica i regolamenti per venire incontro ai team