F1 | Una Ferrari più semplice e piloti cautamente ottimisti: le indiscrezioni da Maranello

A meno di una settimana dalla presentazione della nuova vettura di Maranello, Turrini rivela alcune voci provenienti dalla fabbrica: piloti fiduciosi, Power Unit che non preoccupa e macchina più semplice da interpretare Ferrari Indiscrezioni Turrini

Ferrari Indiscrezioni Turrini
Credits: Scuderia Ferrari

L’attesa per la settimana delle presentazioni è quasi terminata: tra pochi giorni, la Ferrari darà il via alle danze con lo svelamento della nuova monoposto programmato per l’11 febbraio. Nei rigido inverno tante voci si sono levate dalle mura di Maranello, talune che lasciavano presagire una Ferrari in difficoltà prima, altre che quantificavano poi dai cinque agli otto i decimi;sul giro guadagnati rispetto alla SF90. E come spesso accade a pochi giorni dalla presentazione, Leo Turrini ha rilasciato sul proprio blog alcune piccole anticipazioni in merito alle novità e all’aria che si respira nella fabbrica di Modena. Ferrari Indiscrezioni Turrini

Una macchina più semplice alla ricerca della costanza

In Ferrari gli sforzi sono stati tesi alla realizzazione di una vettura più semplice rispetto all’indecifrabile eredità lasciata dalla SF90: velocissima in alcune piste ed imprevedibile in altre, la vettura del 2019 ha complicato non poco il lavoro dei tecnici di Maranello, che hanno impiegato più di mezza stagione per comprenderne la natura e cominciare ad indirizzare gli sviluppi nel senso corretto. Nel 2020 la vettura dovrebbe quindi essere più facile da bilanciare, con lo scopo di eliminare quell’alternanza di rendimento che ha caratterizzato la passata stagione.

La Power Unit non preoccupa

Per quanto concerne la Power Unit, il lavoro;compiuto negli ultimi mesi, considerando anche le ottime basi del propulsore del 2019, sembra;non preoccupare in alcun modo i tecnici di Maranello: secondo quanto riportato da Turrini, Binotto è convinto;– quantomeno- che sul fronte propulsore la Ferrari non sarà certamente inferiore a Mercedes ed Honda anche nel 2020.

Rapporto sereno tra Vettel e Leclerc

I due cavallini hanno spesso incontrato momenti d’attrito nel corso del 2019, ma ciò non sembra aver in alcun modo compromesso il loro rapporto secondo le voci che giungono da Maranello.

I piloti sembrano inoltre;“cautamente ottimisti” in vista del 2020, e senz’altro non si può chiedere di più: difficile andare oltre al cauto ottimismo quando gli avversari ancora devono scoprire le proprie carte, e anche quando avverrà;non bisognerà incorrere nell’errore di sbilanciarsi da nessuna delle due parti. Per la prima sentenza c’è ancora;più di un mese da aspettare, e questo Vettel e Leclerc lo sanno molto bene: saranno soltanto le qualifiche di;Melbourne a tirare le somme dell’inverno.

F1 | Coronavirus, arriva il comunicato di Shanghai. GP di Cina ad un passo dall’annullamento

Davide Galli

Studente di giurisprudenza e appassionatissimo fin dall’infanzia di Formula 1. Amo qualunque cosa faccia "bruum"