F1 | Una pista in continua evoluzione: l’anteprima Pirelli del GP di Abu Dhabi

Pirelli arriva al GP di Abu Dhabi consapevole di dover affrontare una doppia sfida. Il circuito di Yas Marina, infatti, non ospiterà solo l’ultima gara di stagione, ma anche i test collettivi, fondamentali per approvare le mescole 2020. Scopriamo insieme quali sono le principali peculiarità di questa gara.

Pirelli Abu Dhabi

Le caratteristiche del circuito Pirelli Abu Dhabi

Il tracciato di Yas Marina, uno dei più discussi tilkodromi in calendario, è una delle piste dove l’abrasione degli pneumatici è più ridotta. Il livello complessivo di usura risulta essere molto basso, e gli assetti preferiti sono quelli che meglio si adattano a sopportare trazione e frenata: i carichi laterali sono minimi. I settori di cui il tracciato si compone sono decisamente variegati: a un primo settore relativamente tradizionale segue un secondo centrale composto, sostanzialmente da un rettilineo e una chicane, per arrivare a un terzo settore intenso e molto tecnico, temuto dai piloti.

La scelta delle mescole

Per enfatizzare il basso livello di degrado e bilanciare grip e prestazioni, Pirelli porta la selezione più morbida disponibile nel 2019. Sono le mescole C3, C4 e C5 a fungere rispettivamente da Hard, Medium e Soft. Per quanto riguarda le strategie di gara, un’impostazione a una sola sosta rimane la prediletta dai team e la più veloce. Così Mario Isola commenta il weekend e l’intensa settimana in arrivo.

Abu Dhabi chiude un’altra stagione molto lunga e ne apre subito una nuova, con i test Formula 1 e Formula 2 su pneumatici da 13 pollici e i test di sviluppo sui 18 pollici. In totale, porteremo ad Abu Dhabi circa 4500 pneumatici per gara e test: più del doppio rispetto al consueto. I test collettivi Formula 1 di martedì 3 e mercoledì 4 saranno particolarmente importanti perché i Team avranno la possibilità di provare i pneumatici 2019 e 2020 in condizioni rappresentative e con set-up specifici. Prima del test dobbiamo però disputare l’ultima gara della stagione, con i team che potranno sfruttare al meglio i pneumatici 2019 per ottenere nuovi record del tracciato“.

Informazioni tecniche

  • Pressioni minime alla partenza: 22,0 psi (ant.) | 19,5 psi (post.)
  • Camber massimo: -3,50° (ant.) | -2,00° (post.)

F1 | Set di gomme per il GP di Abu Dhabi


 

mm

Aurora Dell'Agli

Classe 1997, studentessa di Giurisprudenza. Coordino la redazione Endurance e GT, spesso direttamente dalla pista.