F1 | Vasseur commenta l’arrivo del pilota cinese Zhou in Alfa Romeo e l’addio di Giovinazzi

Il pilota cinese Zhou, a partire dalla prossima stagione, sostituirà l’italiano Giovinazzi nell’Alfa Romeo del team principal Vasseur.

Vasseur Zhou Alfa Romeo
Credits: Zhou Facebook

Il sito web tedesco motorsport-magazin.com ha riportato un’interessante intervista la team principal dell’Alfa Romeo Vasseur sul debutto di Zhou dal 2022.

Il comunicato ufficiale sull’arrivo di Zhou in Formula 1 è arrivato tardi, le motivazioni le ha spiegate Vasseur: Non è un segreto che il team fosse in trattative con alcuni investitori e questo non avrebbe cambiato le regole del gioco, ma avrebbe potuto essere una situazione nuova e abbiamo posticipato un po’ la decisione. Ma poco dopo la fine delle discussioni con questo potenziale investitore, siamo andati avanti di nuovo. Non l’avremmo rimandato all’ultimo evento di Formula 2. Siamo stati a Spa, Monza e Sochi. Poi ci sono stati colloqui con l’investitore e di conseguenza abbiamo portato avanti il ​​tutto in una settimana.”

Antonio Giovinazzi

Sulle motivazioni date a Giovinazzi per il mancato rinnovo, dichiara: “Sono stato molto chiaro e sono arrivato dritto al punto che avevamo preso una decisione e che, dal mio punto di vista, questa decisione è buona ed è la migliore. Ho ringraziato Antonio per le tre stagioni che siamo stati insieme. Ovviamente è stato un po’ un su e giù, ma tutti, ogni singolo in squadra ce l’ha messa tutta e in un team ci sono sempre alti e bassi. Ma voglio mantenere un’immagine e un rapporto positivo con Antonio. Dobbiamo essere professionali. Siamo in un piccolo mondo in cui potremmo ancora lavorare insieme in futuro, qui o altrove. Non devi reagire in modo eccessivo, ma posso capire che i piloti possono reagire in modo impulsivo.”

Inoltre, il team principal francese, sulla scelta fatta con il pilota italiano aggiunge: “Penso che sia una decisione globale perché stiamo iniziando un nuovo viaggio in Formula 1 e dobbiamo prendere una decisione. La decisione si basa sulla pura performance della squadra per il 2022. Il mio compito è vedere quale potrebbe essere l’opzione migliore. L’obiettivo è poi quella di eseguirla.”

Secondo Vasseur la performance sta alla base di alcuni pilastri: La performance si basa sulle prestazioni del team, del pilota, della cooperazione tecnica, delle relazioni tecniche e del budget. Se li metti tutti insieme, penso che la nostra decisione sia stata buona.”

Vasseur Zhou Alfa Romeo

Secondo il francese ogni pilastro ha lo stesso peso e importanza: “È come parlare di prestazioni di un’auto. Deriva dall’aerodinamica, dal motore, dalle gomme, dalle caratteristiche della pista. Se una di queste cose non funziona, hai finito. Penso che sia la stessa storia per la prestazione della squadra.”

Riguardo le dichiarazioni rilasciate dal pilota di Martina Franca, Vasseur dichiara di avergli detto solo: “”Ok Antonio, abbiamo preso una decisione. Grazie per il lavoro che hai fatto. Ora dobbiamo voltare pagina e spero che continueremo ad avere un rapporto l’uno con l’altro”. Non mi lamenterò dei commenti di Antonio perché posso capire cosa prova un pilota.”

Guanyu Zhou

Parlando del nuovo pilota Zhou, porterà molti soldi alla causa Alfa Romeo anche se opereranno ancora sotto i limiti previsti dal budget-cup: “Certamente sarà un gran supporto. E non è solo quello che porta Zhou. Penso che sia una grande opportunità per il team! Perché nelle ultime settimane hanno chiamato più sponsor che negli ultimi 25 anni. Per il team, per tutti gli sponsor – compresi gli attuali sponsor – è anche una grande opportunità e andremo in questa direzione. C’è un po’ di confusione sulla provenienza del budget. Ma penso che questa sia una grande opportunità per noi e anche per gli altri team o per la Formula 1 in generale. Per me questo potrebbe funzionare quando Zhou scenderà in pista. Ed è sempre questione di equilibrio. Guarda cosa sta facendo ora in Formula 2. Sono convinto che possa farlo anche in Formula 1. Quindi la decisione di portare Zhou in Formula 1 è stata del team con il coinvolgimento dei partner.


Leggi anche: F1 | Ferrari, Binotto: “Mai compromesso la vettura del 2022 per la lotta al terzo posto di quest’anno”


Sulla negoziazione tra Alpine e Zhou che ha permesso al cinese di svincolarsi dai francesi, Vasseur dichiara: “Non sono affari miei (ride). Non conosco la relazione tra Alpine e Zhou. Non sono affatto affari miei. So che ha un contratto fino alla fine dell’anno perché corre in Formula 2 con l’accademy dell’Alpine. Ma sono stati abbastanza onesti da farci discutere se possiamo iniziare con lui prima. Sono stati molto aperti su questo. Ma non conosco il loro rapporto l’uno con l’altro.”

Valtteri Bottas

Il team principal francese ha concluso con una battuta sull’arrivo in squadra di Valtteri Bottas: “Prima di tutto, conosco abbastanza bene Valtteri. Ha conquistato pole position, da Monza ha conquistato tante pole quante Lewis Hamilton. Penso che sia un buon punto di riferimento. E un altro motivo per cui abbiamo preso questa direzione è perché non sono sicuro che abbia senso avere una continuità dopo il 2021, anche perché la macchina sarà diversa. Tuttavia, hai almeno bisogno di qualcuno con molta esperienza in Formula 1. Penso che sarebbe difficile iniziare con due esordienti. Anche perché avremo solo sei giorni di test, è pazzesco. Ma in termini di continuità dopo il 2021, non è un dramma per me.”

Seguici anche sui social: Telegram – Instagram – Facebook – Twitter

Marco Cesaroni

Classe 2001, studente di Ingegneria Meccanica presso l'Università degli Studi di Perugia.