F1 | Vasseur: “L’Alfa Romeo si è salvata grazie alla riduzione dei costi. Il 2020? Ha cambiato la mentalità della F1”

“Senza il taglio dei costi non credo che saremmo potuti restare in F1” Frédéric Vasseur, attuale team principal Alfa Romeo, ha parlato, nel corso di un’intervista, della difficile stagione 2020, ammettendo che la solidarietà degli altri team è stata fondamentale

Vasseur Alfa Romeo
Frederic Vasseur, Team Principal Alfa Romeo _ Credit: twitter Alfa Romeo Racing

Il 2020 ha segnato una svolta nella mentalità della F1. Se così non fosse stato non credo che l’Alfa Romeo sarebbe potuta restare nel Circus” Frédéric Vasseur, attuale team principal dell’Alfa Romeo, in un’intervista rilasciata a Motorsport.com, ha parlato della difficile stagione 2020.

A cambiare le carte in tavola, infatti, quest’anno è stato il Covid, che nel giro di pochi mesi ha messo in ginocchio tutto il mondo, sport compreso. Gare cancellate o rimandate, piloti e membri dei team che hanno contratto il virus.

Uno scenario decisamente difficile, dunque, che ha costretto FIA, F1 e team a posticipare il regolamento 2021 al 2022. Una decisione non facile, soprattutto per chi quest’anno non è rimasto soddisfatto dalle performance della propria monoposto, ma necessaria.


La situazione era tragica. Proprio per questo è stato necessario optare per la riduzione del budget cap e il congelamento di alcune parti delle vetture. Ma onestamente non ci aspettavamo che gli altri team accettassero”

Se ti rendi conto infatti, durante i test in Spagna, che la tua monoposto non è competitiva, non ti conviene limitare lo sviluppo per 18 mesi. Nonostante questo però nessuno è stato contrario. Se qualcuno si fosse opposto non credo proprio che saremmo riusciti a sopravvivere purtroppo ha rivelato Vasseur che è rimasto impressionato dall’unione mostrata quest’anno.

“Non è facile prendere questo tipo di decisioni, c’è la paura di regalare un vantaggio ad altri team. Eppure è andato tutto bene. Dopotutto è proprio in queste situazioni che si vede la solidarietà. E’ incredibile come in due settimane circa abbiamo approvato il budget cap ed il cambio di regolamento”

“Inoltre la FOM ha creato un calendario con 17 appuntamenti e nessun team ha avuto problemi. Si può dire che in un paio di settimane abbiamo concluso più che negli ultimi 10 anni. Penso, dunque, che sia stata una sorta di rivoluzione nella mentalità della F1” ha spiegato il francese.

“Adesso è fondamentale continuare ad avere questo tipo di mentalità perché abbiamo davanti altre sfide. Se si lavora tutti insieme e si è uniti è più facile prendere delle decisioni

Seguici su Telegram, FacebookInstagramTwitter.

F1 | L’esortazione di Bernie Ecclestone: “Torniamo ai motori aspirati!”