F1 | Verstappen parla del 2019: “La mia stagione migliore”

Con tre vittorie quest’anno il classe ’97 ha dichiarato di aver visssuto la miglior stagione da professionista nella massima serie. Tra alti e bassi e la passione per il Sim Racing condivisa col collega Norris, Mad Max archivia il 2019 non nascondendo grandi progetti per il 2020. Verstappen Stagione 2019

Verstappen Stagione 2019
Verstappen, quinta stagione in F1, la quarta in RedBull

Reduce da una stagione brillante ma non brillantissima, il driver oranje alla corte di Horner e Marko ha definito quella di quest’anno una buona annata, tanto da considerarla la migliore fin qui. “E’ stata bella, poteva andare meglio” ha espresso a circus terminato. Pur non avendo cominciato col piede giusto come da attese pre stagionali, RedBull ha sempre cercato di ottenere il risultato migliore per le possibilità della monoposto. “Quando abbiamo iniziato a vincere è cresciuta confidenza nel team. Questa è stata la motivazione per tutti“.

Del mondiale appena concluso non possiamo non parlare dei tre GP vinti dall’olandese: Austria, Germania e Brasile. Se si traccia una linea che collegha i successi di Max non ci sorprenderemmo di definirli ai limiti dell’immaginabile, soprattutto Hockenheim e Interlagos. Gare pazze nel complesso ma gestite alla perfezione dalla RB15 #33, ad inizio stagione partita un pò in sordina ma sbrogliata dai nodi ai quali sembrava essere legata nelle gare prima della pausa estiva, dal RedBull Ring appunto. Verstappen Stagione 2019

Austria miglior weekend

La prima vittoria del motore Honda nell’era del V6 al circuito di casa RedBull è stata grandiosa – commenta il ventiduenne – era pieno di tifosi olandesi, è stato tutto perfetto“. E sulla stagione si sente di esprimere un giudizio che porta fiducia al team oltre che a spronarlo per il prossimo anno: “Il 2019 è stata la mia miglior stagione. Più vai avanti e più cresci come persona ma anche come pilota; migliori di anno in anno grazie a ciò che impari – sostiene Verstappen.

Dopo l’ultima uscita stagionale ad Abu Dhabi, Max ha terminato terzo in classifica generale, dietro ad Hamilton e Bottas. Una motivazione a spingerlo a dare il meglio è senza dubbio stata l’arrivo di Leclerc tra i “grandi”. Il ferrarista appunto è parso fin dal primo momento come nemico numero uno, tanto da finirgli davanti in molti Gp della prima metà stagionale.

Poi la rottura degli equilibri in Austria dove Verstappen a poche decine di metri dal traguardo beffa il #16 con una manovra ai limiti del regolamento, gesto che ha sollevato molte polemiche (soprattutto degli uomini Ferrari) replicato poi qualche giorno più tardi a Silverstone, dove i due hanno letteralmente regalato uno spettacolo di sorpassi molto in stile anni ’70.

Secondo Max, che prima dell’Austria aveva collezionato solamente due podi “non ci sono stati momenti bassi bensì giorni sfortunati. Sebbene un inizio difficile tutti siamo soddisfatti di questa stagione e siamo già carichi per la prossima“. Proprio dopo il break estivo il team di Milton Keynes era inciampato in qualche difficoltà. “Ci siamo rialzati velocemente e abbiamo lavorato sodo per ritornare in corsa” dice, poi sulla gestione situazionale sotto pressione “abbiamo fatto le decisioni giuste in situazioni difficile, il che è stato importante“. Verstappen Stagione 2019

Pilota a tutto tondo Verstappen Stagione 2019

Anche durante la pausa di agosto Verstappen non si è allontanato dall’abitacolo, stavolta non quello della RB15 ma quello del ben più comodo simulatore della sua casa a Montecarlo. “Ho corso una ventiquattro ore con un simulatore. Ho vinto la gara ma è stato difficile“. Il #33 però non si limita ad allenarsi a “tempo perso” ma fa della pratica anche subito dopo un weekend di gara, come successo i giorni successivi al Brasile. “Sono impegnatissimo in questo periodo col sim racing; l’anno prossimo competerò in un campionato apposito. Corro col mio nome quindi in molti mi scrivono mesaggi in chat, tra chi si vuole congratulare con me e chi mi ringrazia per la partecipazione online“. Verstappen Stagione 2019

Obiettivo Campione del Mondo Verstappen Stagione 2019

Le qualità per diventarlo non mancano di certo. Probabilmente è la costanza e l’affidabilità della monoposto per cui corre a rappresentare i tasselli mancanti del mosaico RedBull. Una cosa è certa: Max Verstappen non vede l’ora di mettere le mani su quel trofeo che negli ultimi anni va in consegna a Lewis Hamilton. “La consistenza della squadra è stata solida nel finale di stagione. I risultati abbiamo cercato di massimizzarli ad inizio stagione anche senza vincere – e sui rivali aggiunge – Mercedes è il team più forte, siamo dietro di loro perchè qualcosa ancora manca alla nostra macchina. Non vogliamo essere al loro livello, ma un gradino sopra“, conclude Verstappen.

Verstappen Stagione 2019

Seguici su Instagram!

F1 | Il 2019 ci ha regalato le vetture più veloci di sempre

 

 

 

Marco Passoni

Progettato nel 1997, fotografo e studente di Comunicazione, Media e Pubblicità alla IULM. Ho sempre voluto lavorare nel mondo della Formula 1 sin da bambino e spero un giorno di arrivarci come responsabile comunicazione o marketing. Instagram: @marcopasso18