F1 | Verstappen su Mick Schumacher: “Siamo amici da quando siamo piccoli”

L’olandese ricorda i primi tempi sui kart con papà Jos, parlando anche del rapporto con il figlio del sette volte Campione del Mondo.

Verstappen Schumacher

In un ambiente come quello della Formula 1, si fa prestissimo a conoscersi tutti, soprattutto se si sono condivisi periodi più o meno lunghi quando ancora si competeva sui kart. Ed è proprio così che è andata tra Max Verstappen e Mick Schumacher. Entrambi figli di piloti della massima serie, i due hanno potuto frequentarsi sin da piccoli, grazie anche al buon rapporto di amicizia tra Michael e Jos. Il sette volte Campione del Mondo era stato infatti suo compagno di squadra in Benetton nel 1994.


Per me Michael era come uno zio”, ha dichiarato Max a F1Insider. “Non sapevo che fosse un pilota così pieno di record, ma l’ho sempre visto come una persona molto gentile, che veniva da una famiglia molto grande. Spesso, nei fine settimana, facevamo delle sfide con i kart, dove non importava molto chi vinceva, dato che eravamo lì per divertirci. Con Mick sono molto amico, nonostante da piccolo non sapessi il tedesco, ma tra bambini non si fa fatica a comprendersi.”

Verstappen ha anche parlato di quanto sia difficile arrivare in Formula 1 con dietro un nome del calibro di Schumacher.

Per i primi anni della sua carriera, onde evitare di attirare troppa attenzione da parte dei media, Mick Schumacher corse con il cognome della madre. Fin da questo episodio si capisce quanto sia importante la propria immagine se il tuo cognome non è uno qualunque nel panorama del motorsport. Anche Max Verstappen lo sa bene, nonostante il suo non sia uno dei cognomi ricordati per vittorie e titoli mondiali.

Se arrivi in alto con un cognome pesante e riesci a ben figurare, allora è tutto semplice. Se accade il contrario, decisamente di meno. Per Mick sarà molto più difficile rispetto a quanto non lo sia stato per me, considerando quello che Michael è stato per questo sport. Fino a qualche mese fa, era il pilota più titolato di sempre. Fortunatamente, intorno a lui c’è un bell’ambiente, con brave persone che lo aiuteranno in questo percorso.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Simone Casadei

I sogni bisogna inseguirli da giovani. Quella che ora è solo pura passione, cercherò di trasformarla al più presto nella mia vita, nel mio lavoro.