F1| Verstappen: “Williams meglio di quanto si pensi”

Dopo il terzo posto conquistato da Russell nelle qualifiche del Gran Premio di Russia, Max Verstappen ha elogiato la Williams per i progressi fatti negli ultimi tempi. Dave Robson ammette che la vettura di quest’anno è migliore delle precedenti, ma il team ha saputo sfruttare tutte le opportunità createsi nelle ultime gare.

Verstappen Williams
Credits Max Verstappen Facebook

Max Verstappen ritiene che la Williams sia meglio di quanto si pensi, dopo un’altra fantastica prestazione di George Russell in qualifica al Gran Premio di Russia. Russell ha conquistato il terzo posto in griglia a Sochi dietro Lando Norris e Carlos Sainz.

Russell ha preso punti nelle tre delle ultime quattro gare per il team, che in precedenza non aveva avuto un risultato nella top 10 dal GP di Germania 2019. George Russell il prossimo anno correrà per Mercedes, al fianco di Lewis Hamilton.

Riflettendo su quale potenziale abbia Russell in qualità di rivale della Red Bull, Verstappen dice che le persone devono capire che la Williams è molto migliorata.

George di sicuro è un pilota molto, molto bravo. Quando puoi fare questo tipo di cose, vuol dire che anche  la macchina non è così male come la gente pensa“, ha detto Verstappen. “Ha fatto punti e ha avuto buone qualifiche. A Spa, la Williams non era una Red Bull o una Mercedes, ma ha anche corso con più ala e più carico aerodinamico.

Tuttavia, George ha comunque fatto un lavoro straordinario. Penso che la gente debba capire che quella macchina non è così male“, ha concluso il pilota olandese.

Il commento di Dave Robson

Quando i commenti di Verstappen sono stati pubblicati da Motorsport.com, il responsabile delle prestazioni del veicolo della Williams, Dave Robson ha risposto: “Voglio dire, sì, la macchina è un fattore importante nelle recenti buone prestazioni.”

Se fosse davvero messa male, allora non saremmo in grado di ottenere quei risultati. Non abbiamo aggiunto alcuna ala alla vettura. Quindi, questa è la nostra migliore auto asciutta proposta“.

Robson ha continuato spiegando come la sua squadra abbia saputo sfruttare le opportunità che si sono create.

Il team e Russell hanno concordato di fare un giro extra nella Q3 bagnata a Spa, dove si è qualificato secondo. Russell ha continuato a mantenere quel posto nella controversa “gara”. A Sochi, nelle qualifiche, il team ha richiamato l’inglese per mettere le slick sulla pista asciutta.

La vettura ha sicuramente alcuni punti di forza, e sicuramente migliore rispetto alla vettura dello scorso anno”.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

 

Victoria L.

Lavoro come account in una web agency. Appassionata di Formula 1 e tifosa della Ferrari da quando vidi il Gran Premio di Jerez del 1997.