F1 | Vettel – Aston Martin: quanto è costata l’operazione? Più che dimezzato lo stipendio del tedesco

Acquistare Vettel non è stato un affare da nulla per Aston Martin: si stima che l’operazione sia costata in totale circa 40 milioni di dollari, di cui 25 da ricondurre all’indennizzo destinato a Perez. Il tedesco avrà uno stipendio di 15 milioni, 25 in meno rispetto alle sue entrate in Ferrari.

Vettel stipendio Aston Martin
GP TOSCANA FERRARI 1000 F1/2020 – VENERDÌ 11/09/2020
credit: @Scuderia Ferrari Press Office

Per Lawrance Stroll ed il futuro gruppo Aston Martin, acquistare Sebastian Vettel non è stata una scelta di quelle prese ad occhi chiusi. Come ben saprete, Sergio Perez aveva firmato fino al 2021 (compreso) con la propria squadra: una rescissione anticipata del contratto, come è possibile in svariati rami del mondo giuridico, è permessa anche in Formula 1 con l’apposizione di particolari clausole. Ma ha un costo non trascurabile. Una spesa che Lawrance Stroll ha dovuto affrontare decidendo di accogliere Vettel nel team. Vettel stipendio Aston Martin

Quanto è costata l’operazione? Tra stipendio, penali e perdita degli sponsor

Innanzitutto c’è da considerare quanto è costato nel concreto Sebastian Vettel in termini di salario: lo stipendio del 4 volte campione del mondo è stato quantificato da Bild intorno ai 15 milioni di euro, dunque 25 in meno rispetto a quanto concordato con Ferrari. Considerando che Perez è pagato circa 3,5 milioni, le uscite destinate ai salari sono quasi quadruplicate.

Auto Motor und Sport ha poi calcolato che l’acquisto di Vettel ha comportato circa 40 milioni di uscite per il team. Se sottraiamo i 15.000.000$ destinati allo stipendio, i restanti 25 sono riconducibili all’indennizzo richiesto da Perez e all’entrate degli sponsor che non verranno acquisite. Il messicano infatti garantiva circa 15 milioni di proventi dai propri sponsor, numeri che farebbero gola a qualunque team e che potrebbero quindi rappresentare l’ancora di salvezza per rimanere in Formula 1.

Aston Martin – Vettel anche una strategia di marketing

L’acquisto di Vettel, oltre che a portare esperienza ed indiscusso talento alla squadra, è stata una fine strategia di marketing: Aston Martin punta molto sul mercato della Germania ed la personalità del quattro volte campione del mondo significa tanto per il popolo tedesco. E’ bastato infatti osservare l’andamento del titolo azionario Aston Martin per notare una sensibile impennata in corrispondenza dell’annuncio dell’approdo di Vettel.

Un progetto ambizioso

Aston Martin punta in alto e non vorrà accontentarsi dello status di team del centrogriglia. Le intenzioni di Lawrance Stroll sono di acquistare Adrian Newey che ha già posto la firma su diversi progetti targati Aston Martin. Riflettori puntati dunque sulla squadra inglese nelle prossime stagioni: il cambio regolamentare del 2022 potrebbe rivelarsi l’occasione per rimescolare le carte in tavola ed insediarsi tra i top team che da anni ormai dominano questo sport.

Seguici anche su Instagram

F1 | GP Mugello 2020 – Cronaca in diretta Prove Libere 3 – LIVE FP3

Davide Galli

Studente di giurisprudenza e appassionatissimo fin dall’infanzia di Formula 1. Amo qualunque cosa faccia "bruum"