F1 | Vettel: “Auto irriconoscibile rispetto a venerdì. Mica mi giro di proposito!”

Sebastian Vettel ha rilasciato delle dichiarazioni a Servus TV riguardo il suo fine settimana a Spielberg. Racconta di non aver dormito bene dopo la gara e di esser andato in montagna per liberare un po’ la mente.

Conferenza stampa GP Australia Vettel
Vettel ai test prestagionali di Barcellona – Davide G. per F1inGenerale

Decimo posto nel primo GP del 2020 per Sebastian Vettel che non può dirsi soddisfatto del suo risultato. Il 4 volte campione del mondo ha sofferto evidenti problemi nelle curve nel corso della gara ed è andato in testacoda per evitare Sainz.

Vettel ha dichiarato di non aver dormito bene la notte dopo la gara, ma di essersi liberato la mente con una passeggiata in montagna. “Non ho dormito molto bene la scorsa notte, ma dovendo trascorrere del tempo tra le due gare qui, ho approfittato di una giornata di sole e sono andato tra le montagne per liberarmi la mente. E’ stato bello stare all’aria aperta, ero da solo e mi sentivo bene in quella situazione”.

Per quanto riguarda la sua prestazione, Vettel ha spiegato che l’auto era irriconoscibile paragonandola a quella del venerdì e del sabato. “In generale ci è mancata la velocità e stiamo ancora cercando di capire. L’auto non era riconoscibile comparando il feeling che avevo venerdì. Ecco spiegato perché non è stato un bel weekend per me”. 

F1 | Vettel: “E’ accaduto l’opposto di quanto mi è stato comunicato, uno shock. Mercedes un’opzione”

Il tedesco ha anche raccontato la dinamica dell’incidente, dopo aver detto di esser stato fortunato ad aver avuto un solo testacoda. “Non era nelle mie intenzioni attaccare, volevo solo avvicinarmi. Charles e Carlos battagliavano e non mi aspettavo che Carlos avrebbe chiuso così la porta. Per non avere un freno a mano, ho fatto un buon lavoro. E’ stata colpa mia, ma non l’ho fatto di proposito. Fare dei testacoda come quelli… Ovviamente non deve accadere, ero anche molto arrabbiato per quello. Avrei avuto altre chance migliori. Avevo anche le soft nuove che mi avrebbero aiutato alla fine. Anche per questo ero molto arrabbiato. Nonostante ciò, ho avuto un divertente finale di gara con Daniil, un’Alfa e Alex al tempo stesso“.

 

Sul podio conquistato dal compagno di squadra, Vettel dice di riconoscere sempre le buone prestazioni dei rivali: “Gli va riconosciuto, Charles ha avuto un’ottima gara. Sono il primo a riconoscere le performance degli altri!”

Il terzo pilota con più vittorie su una Ferrari in F1, a meno uno da Niki Lauda, ha anche detto la sua opinione sulla penalità data ad Hamilton: “Non credo che l’intento di Lewis fosse quello di colpire Albon, ma di sicuro era colpa sua. Non è facile passare in quella curva, ha avuto coraggio e ha fatto tutto bene. La penalità è giustificabile”. 

Infine, fa una panoramica generale su Lucilla, la sua SF1000: “L’auto non è buona come speravamo. Vedremo quanto sarà lunga questa stagione. Siamo certi di non essere dove vogliamo. Il team sta lavorando duramente e parte degli aggiornamenti potrebbe arrivare in Stiria. Ma non è ancora confermato”. 

Seguici su Telegram, FacebookInstagramTwitter.

F1 | Camilleri: “Dobbiamo migliorare su tutti i fronti, bisogna reagire subito”

Emanuele Zullo

Classe 2005, vivo a Napoli dove frequento il liceo linguistico. Adoro qualsiasi cosa abbia quattro ruote e spero di trasformare la mia passione in lavoro.