Pubblicato il 12 Agosto, 2020 alle 15:06

F1 | Vettel-Ferrari: sarà addio dopo il GP di Spagna?

Il 4 volte campione del mondo è nell’occhio del ciclone dopo le brutte prestazioni di questo inizio di stagione. La separazione anticipata tra Vettel e la Ferrari, magari dopo il GP di Spagna, è un’ipotesi percorribile?

fonte: repubblica.it

Quella tra Sebastian Vettel e la Ferrari è una storia d’amore destinata a concludersi senza lieto fine. La Scuderia di Maranello gli ha preferito Carlos Sainz per il 2021 e il tedesco pare orientato verso la Aston Martin, ma c’è ancora gran parte di una stagione di portare a termine, seppur da separati in casa. Una situazione non semplice per Vettel, autore di prestazioni incolori ed errori grossolani non degni di un quattro volte campione del mondo. Si fanno sempre più insistenti le voci di un possibile appiedamento durante la stagione.

Nonostante le prestazioni deludenti e gli errori, liberarsi di Vettel, per la Ferrari, non sarà una passeggiata. La separazione anticipata è quasi certamente uno scenario in corso di valutazione ai piani alti a Maranello. La risoluzione unilaterale del rapporto appare impercorribile, ma rimane in piedi l’ipotesi di una risoluzione consensuale.

Vettel non ha più nulla da perdere e pare avere un contratto anche per la prossima stagione. Da parte sua, la Ferrari, da perdere avrebbe eccome. Innanzitutto dal punto di vista economico, dato che un’uscita anticipata del tedesco non sarebbe ininfluente nemmeno per le casse di Maranello. Il contratto di Vettel è decisamente ricco e questo non facilita un punto di incontro tra due parti che non sembrano essere disposte a farsi favori reciproci.

Oltre alle ricadute economiche negative, si aggiungono anche quelle di immagine. La Ferrari sta vivendo un momento tragico dal punto di vista sportivo e un eventuale appiedamento del suo ex pilota di punta non sarebbe certo una gran pubblicità per il brand migliore al mondo.

Neppure le tempistiche giocano a favore di una sostituzione in corso d’opera: i Gp così ravvicinati l’uno dall’altro rendono difficile, anche se non impossibile, eventuali avvicendamenti. Una possibile via d’uscita è rappresentata dalla settimana di pausa tra il prossimo Gp di Spagna e quello successivo in Belgio. È questa l’ipotesi più plausibile, ma è necessario però che l’accordo tra le parti arrivi in tempo.

Più difficile pensare che la separazione avvenga una volta oltrepassata metà stagione, salvo che i risultati e il feeling con l’ambiente non dovessero crollare.

Anche la ricerca dell’eventuale sostituto non sarebbe una grana da poco: la Ferrari può contare su un buon numero di piloti della sua Academy, ma quanti sarebbero davvero pronti per il salto? Far debuttare uno dei giovani al momento impegnati in Formula 2 è da escludere, specie se l’obiettivo è anche quello migliorare sensibilmente la classifica. Giovinazzi sarebbe l’alternativa più semplice: l’Alfa Romeo non opporrebbe resistenza.

Ma la pista più concreta porta a Nico Hulkenberg, reduce da due buoni weekend come sostituto si Perez e più volte vicino alla Ferrari. Ma anche qui rimangono alcuni interrogativi: Nico, così come qualunque altro pilota, riuscirebbe ad adattarsi alla difficile SF1000 e a far meglio di Vettel? Quale sarebbe il suo futuro alla fine di questa stagione?

Forse una risposta non l’avremo mai. Quel che è certo è che l’ipotesi di un addio anticipato è difficile ma non impossibile. Sono numerose e sempre più frequenti le voci che parlano di valutazioni approfondite negli uffici della Gestione Sportiva. Non sono da escludere colpi di scena.

Seguici anche su Instagram

Orari del Week End: GP Spagna 2020 – Anteprima e orari TV su Sky e TV8


1997, studente di giurisprudenza, appassionato di fotografia e di motorsport.
Disqus Comments Loading...

Questo sito si serve dei cookie di per l'erogazione dei servizi, la personalizzazione degli annunci e l'analisi del traffico.