F1 | Vettel ha organizzato una gara di kart per ragazze in Arabia

Prima dell’inizio del weekend in Arabia Saudita, Sebastian Vettel ha voluto organizzare una gara di kart per sole ragazze. Il campione tedesco, da sempre sensibile ai temi sociali, ha voluto promuovere questa bella iniziativa che si è svolta nella mattinata del giovedì.

vettel gara ragazze arabia
Foto: Aston Martin

Sebastian Vettel ha organizzato una gara di kart per sole ragazze che si è svolta questo giovedì mattina. Fin dal suo annuncio, il GP in Arabia Saudita è stato accolto da innumerevoli critiche arrivate da tifosi, piloti e associazioni a tutela dei diritti umani.

Come noto, l’Arabia Saudita non è medaglia d’oro in quanto a tutela dei diritti; basti pensare che nel 2019 il Global Gender Gap Report (che analizza e mostra il divario di genere nei vari paesi del mondo) ha posizionato l’Arabia al 146esimo posto su 151 paesi analizzati.

Sebastian Vettel, che è sempre stato sensibile ai temi sociali, ha così deciso di organizzare una gara sui kart per sole ragazze.

“Si è parlato molto in vista della prima gara qui. Ci sono un sacco di domande che sono state poste e che mi sono posto. Pensavo a cosa potevo fare. Così ho deciso di organizzare il mio evento di karting con l’hashtag Race For Women. In pista avevamo otto ragazze”, ha raccontato il quattro volte campione del mondo.

“Ho cercato di trasmettere alcune delle mie esperienze di vita e di pista, di fare qualcosa che aumentasse la loro fiducia. Alcune di loro avevano la patente (solo dal 2018 le donne possono guidare in Arabia, ndr), altre no. Alcune erano grandi appassionate di F1 e altre nulla avevano a che fare con questo mondo. C’era un mix di donne di diverse estrazioni sociali, è stato un grande evento. Tutte erano estremamente felici. Le loro storie personali e la loro positività riguardo ai cambiamenti nel paese mi ha molto ispirato”, ha concluso Seb.

Leggi anche: F1 | GP Arabia Saudita – Prove libere Red Bull: “Difficile gestire il traffico”

Vettel ha poi dichiarato che il suo approccio ai problemi sociali vuole essere fatto con positività, non concentrandosi solo sugli aspetti negativi perché è più triste e controproducente. Questa vuole essere la sua filosofia.

“Mi piacerebbe cambiare alcune cose del mondo dall’oggi al domani. Ma chi sono io per giudicare ciò che è giusto e ciò che è sbagliato? Penso che sia un sentiero scivoloso. È vero che in alcuni paesi le carenze sono maggiori che in altri. Ma penso che ci siano problemi anche in Germania, ci sono problemi nel Regno Unito quando si tratta di libertà individuale, anche se su piani differenti. Sento che non si va da nessuna parte semplicemente mettendo in evidenza gli aspetti negativi perché alla fine ti rendono triste. Trovo molto più stimolante evidenziare gli aspetti positivi e ascoltare coloro che sono stati toccati e la cui vita è stata migliorata. E vedere oggi queste donne, la fiducia che avevano, in un ambito dominato dagli uomini, penso che sia stato grandioso. Sento che lo strumento più potente è la positività piuttosto che la negatività”. 

È con questa frase a effetto che Vettel ha concluso il suo articolato ragionamento filosofico circa i temi sociali.

Seguici anche sui social: Telegram – Instagram – Facebook – Twitter

Nicola Fedeli

Studente di Scienze Politiche e Relazioni Internazionali. Sono un grande appassionato di F1 e di MotoGP da sempre.