F1 | Vettel: “Stroll sottovalutato, posso imparare da lui e viceversa”

Alla vigilia della stagione, Vettel parla in modo molto positivo del proprio nuovo compagno di squadra: secondo il tedesco, Stroll è un pilota “piuttosto sottovalutato” ed è stato giudicato troppo in fretta dal mondo della Formula 1

 

L’inizio di una nuova era. Nuovo team, nuovo casco, nuovo compagno. Il rapporto tra Vettel e Stroll sembra essere partito con il piede giusto, nonostante non siano mancati attriti in passato. Ricordiamo il contatto tra i due, a gara conclusa, nel GP della Malesia 2017. E come dimenticare l’episodio che li ha visti coinvolti più recentemente, nel Gran Premio d’Italia 2019.

Ai microfoni di Sky.de, Vettel ha espresso belle parole nei confronti del suo nuovo compagno Stroll, andando a difenderlo dalle critiche che con costanza hanno colpito il canadese fin dal suo debutto.

Vettel: “Stroll piuttosto sottovalutato, posso imparare da lui e viceversa”

“Il rapporto tra me e Lance è piuttosto buono, almeno finora”, ha dichiarato Vettel. “Penso che sia un pilota piuttosto sottovalutato. Oggi le persone vengono giudicate troppo in fretta ed è qualcosa che ho sperimento anche sulla mia pelle. Lo scorso anno ha fatto grandi passi avanti in termini di performance e la pole position in Turchia ha un valore specifico non indifferente. Vale molto”.

“Il potenziale c’è. Dobbiamo lavorare insieme per far crescere il team. Non avrò problemi ad aiutarlo in qualcosa, anche perché in genere non sono una persona che cerca di nascondere qualcosa. Ho un atteggiamento diverso. Penso che posso imparare da lui e viceversa.

Seguici anche su Instagram

F1 | I test pre-stagionali 2021 in Bahrain in diretta su Sky Sport: annuncio in arrivo?

Davide Galli

Studente di giurisprudenza e appassionatissimo fin dall’infanzia di Formula 1. Amo qualunque cosa faccia "bruum"