F1 | Villeneuve: “Ferrari migliorata. Per Leclerc il vero pericolo è Sainz”

Alla vigilia dei suoi 50 anni, Jacques Villeneuve ha parlato, in una lunga intervista rilasciata al Corriere, della Ferrari e, soprattutto, del duello Leclerc-Sainz.

Villeneuve Ferrari Leclerc Sainz
Credits: motorsport.com

Ferrari migliorata rispetto al 2020. Per Leclerc il vero pericolo è il compagno Sainz”, queste le parole di Villeneuve riguardo la scuderia di Maranello. In occasione del suo 50esimo compleanno, Jacques Villeneuve ha rilasciato una lunga intervista al Corriere della Sera, parlando della perdita del padre Gilles, arrivando all’esordio del 1996 e alla vittoria Mondiale del 1997. Ha raccontato, inoltre, dei progressi fatti dalla Ferrari e dalla coppia scelta per questa stagione Leclerc-Sainz.

Jacques Villeneuve vede la Ferrari meglio dello scorso anno, ma ha preferito non fare troppe dichiarazioni sulla stagione 2021 della Scuderia. Il campione del mondo 1997 crede che si dovrà attendere fino a Imola per capire quanto veramente la Rossa abbia fatto passi avanti. “Sono migliorati rispetto allo scorso anno, ma a Imola si capirà meglio la portata di questo progresso“, ha assicurato Villeneuve.

Anche se deve essere difficile per Leclerc combattere per posizioni di centro classifica dopo anni di lotta per la vittoria, Jacques ritiene che la vera sfida per il monegasco quest’anno sia fare meglio, molto meglio rispetto a Sainz. La sua sfida principale sarà batterlo in ogni gara. Jacques crede sinceramente che possa essere un pilota che può turbare molto Charles.


Leggi anche:

F1 | Ufficiale: Nico Hulkenberg diventa pilota di riserva Aston Martin, Szafnauer: “Pilota di ottime capacità, possiamo fidarci”


Carlos non è mai stato in una squadra così importante: si è costruito nel tempo, arriva con coraggio ed esperienza, è abituato ad affrontare compagni veloci. Pilota “freddo”, studia, può infastidire molto Charles, ha aggiunto. Leclerc è già da qualche mese con Sainz, con il quale, sottolinea, trascorre molto più tempo del suo precedente compagno Vettel.

Carlos è stato in diversi team negli ultimi anni e penso sia sempre interessante avere un’idea di come lavorano gli avversari. Ho subito intuito la sua grande motivazione, è al suo primo anno alla Ferrari e si vede che lui vuole fare subito molto bene. Questa euforia è contagiosa a beneficio di tutta la squadra”, aveva già detto Leclerc in un’intervista. “Penso che sia sempre positivo per una squadra avere due piloti che spingono per vincere di nuovo”.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Alessia Malacalza

Classe 2000, aspiro a lavorare nel mondo dello sport. Studio Comunicazione d'impresa e relazioni pubbliche a Milano.