F1 | Vota il casco migliore del 2020 [Gruppo D]

Il casco per i piloti ha un significato speciale. Non li distingue solamente uno dall’altro ma gli permette di esprimersi senza, quasi, limitazioni. Ma qual è il preferito di voi fan? 

Il casco, quell’elemento che da sempre distingue i piloti. Molti di questi sono passati alla storia e sono riconosciuti all’unanimità come i più iconici. Ogni appassionato infondo si ricorda quello di Ayrton Senna, di Mika Häkkinen, di Gilles Villeneuve, di James Hunt o di Niki Lauda. Nel tempo i piloti hanno trovato nel casco un modo per esprimersi, c’è chi è rimasto fedele ad un unico design per tutta la carriera, apportando magari solo minime modifiche, o chi, come Sebastian Vettel, è arrivato a cambiarlo a quasi ogni gara. Per questo motivo la FIA aveva inserito nel 2014 una regola, eliminata a partire da questa stagione, che andasse a limitare questa pratica. Ogni pilota avrebbe potuto usare solamente un design per tutta la stagione, con una sola accezione, per fare in modo che i piloti fossero più riconoscibili dai fan sia dalle tribune sia dalla televisione. Qualcuno nonostante questo limite è riuscito comunque a portare oltre 65 design differenti in 6 anni, sì parliamo ancora di Vettel.  

Ma qual è secondo voi il più bello del 2020? Vi abbiamo diviso in 4 gruppi da 5 i caschi dei 20 piloti che saranno sulla griglia di partenza questa stagione. A passare alla fase successiva saranno i 2 più votati di ogni singolo gruppo. Qui il gruppo A, il gruppo B e il gruppo C.

Gruppo D

Valtteri Bottas – Mercedes 

Valtteri Bottas non ha voluto apportare nessun tipo di modifica al suo casco. Il finlandese nel 2018 aveva lasciato ai fan la possibilità di realizzare il suo nuovo design e, a quanto pare, al pilota di Nastola è piaciuto così tanto da non ritenere necessarie delle modifiche né nel 2019 né nel 2020.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Max Verstappen – Red Bull

Dopo aver quasi totalmente cambiato il design del suo casco nel 2019 il giovane pilota della Red Bull ha deciso di apportare solo qualche modifica. Il blu è quasi scomparso e il suo posto è stato preso dal bianco che così facendo è diventato l’unico colore di fondo. L’arancione del leone invece ha lasciato spazio all’oro. Pochi cambiamenti ma la differenza è netta. La sensazione che lascia questo design è quella di un estrema pulizia e di un equilibrio quasi perfetto.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Kevin Magnussen – Haas F1 Team 

Piccoli cambiamenti anche per il casco del danese. Il pilota della Haas ha deciso di confermare la presenza del nero, aggiunto lo scorso anno per l’accordo di sponsorizzazione con Rich Energy, di modificare il design della “K” che adesso ha un effetto 3D e di eliminare la presenza dell’oro.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Antonio Giovinazzi – Alfa Romeo

Giovinazzi, al suo secondo anno in Formula 1, ha confermato la bandiera italiana sul suo casco ma ha deciso di aggiungere il bianco anche sui lati e non solamente nella parte centrale. La “A” e la “G” invece adesso sono date da tratti blu e grigi. L’altro cambiamento è nella parte superiore, nel 2019 era presente solamente il n.99 mentre adesso c’è il suo logo.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Nicholas Latifi – Williams Racing

Dopo aver concluso lo scorso campionato di F2 al secondo posto alle spalle di Nyck de Vries il pilota canadese farà il suo esordio in Formula 1 nel team Williams. Il suo casco è caratterizzato dall’uso dei colori blu, bianco e rosso e dalla presenza della bandiera canadese nella parte superiore.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Seguici su FacebookInstagram e Twitter.

mm

Giada Di Somma

Ragazza appassionata di motorsport fin da bambina. Autrice su F1 in Generale e blogger su Instagram (_sv_05_).