F1 | Vota il casco migliore del 2020: Quarti [Seconda parte]

Siamo arrivati alla seconda parte dei quarti di finale. Quale casco, secondo voi, merita di passare alla fase successiva?

Il casco, quell’elemento che da sempre distingue i piloti. Molti di questi sono passati alla storia e sono riconosciuti all’unanimità come i più iconici. Ogni appassionato infondo si ricorda quello di Ayrton Senna, di Mika Häkkinen, di Gilles Villeneuve, di James Hunt o di Niki Lauda. Nel tempo i piloti hanno trovato nel casco un modo per esprimersi, c’è chi è rimasto fedele ad un unico design per tutta la carriera, apportando magari solo minime modifiche, o chi, come Sebastian Vettel, è arrivato a cambiarlo a quasi ogni gara. Per questo motivo la FIA aveva inserito nel 2014 una regola, eliminata a partire da questa stagione, che andasse a limitare questa pratica. Ogni pilota avrebbe potuto usare solamente un design per tutta la stagione, con una sola accezione, per fare in modo che i piloti fossero più riconoscibili dai fan sia dalle tribune sia dalla televisione. Qualcuno nonostante questo limite è riuscito comunque a portare oltre 65 design differenti in 6 anni, sì parliamo ancora di Vettel.  

Ma qual è secondo voi il più bello del 2020? Dopo la fase a gironi è tempo dei quarti di finale, i caschi vincitori dei gruppi A e B si scontreranno contro i secondi dei gruppi C e D e viceversa.

Quarti di finale (Seconda parte)

Sebastian Vettel VS Lando Norris

Il casco di Sebastian Vettel, assoluto dominatore del gruppo C, ha conquistato oltre il 70% dei voti. Grazie alla sua semplicità il design del pluricampione tedesco non è solamente entrato nel cuore dei Ferraristi ma è anche diventato iconico. A provare ad impedirgli il passaggio alla fase successiva è il casco di Lando Norris. Secondo nel gruppo B il casco del pilota inglese è riuscito, di pochissimo, ad avere la meglio su quello di Leclerc. Norris ha apportato solo qualche cambiamento al design che ormai lo accompagna da anni vedremo però se con l’inizio di questa stagione ci stupirà con qualche design speciale. Sia Norris che Vettel infatti non sembrano essere molto diversi quando si parla di idee per i caschi.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Daniil Kvyat VS Antonio Giovinazzi

Il russo della Scuderia AlphaTauri è arrivato secondo, alla spalle di Lewis Hamilton, nel gruppo A. Il casco di Kvyat, come quelli di tutti i piloti Red Bull, è decisamente influenzato dallo sponsor ma questo non ha impedito al pilota di Ufa di creare un design ben riconoscibile. A sfidare il n.26 c’è il casco del nostro Antonio Giovinazzi arrivato primo nel gruppo D. Il design del pilota di Martina Franca è caratterizzato dalla presenza del Tricolore su fondo bianco e dalla “A” e la “G” ai lati.

Questo slideshow richiede JavaScript.


Seguici su Facebook, Instagram e Twitter.

mm

Giada Di Somma

Ragazza appassionata di motorsport fin da bambina. Autrice su F1 in Generale e blogger su Instagram (_sv_05_).