F1 | Williams alla riscossa, l’obbiettivo è crescere come McLaren. Cambiamenti interni in arrivo.

Il nuovo CEO Williams, Jost Capito, guarda con positività al futuro di Williams: con varie modifiche interne in arrivo, l’obbiettivo è quello di mettere in moto una crescita paragonabile – se non superiore – a quella compiuta da McLaren negli ultimi anni.

Williams McLaren

Negli ultimi anni, anche con una certa amarezza, abbiamo assistito alle grandi difficoltà di due team che hanno fatto la storia di questo sport: Williams e McLaren.

Se McLaren dal 2019 è riuscita a mettere in moto un processo di ristrutturazione che ha portato il team a chiudere la scorsa stagione addirittura in terza posizione, Williams naviga ancora in altro mare. Lo scorso anno, il team di Grove ha chiuso il campionato in ultima posizione. Così come l’anno precedente. E come quello prima ancora, il 2018.

Il nuovo CEO del team, Jost Capito, è però intenzionato a rilanciare il team. Ai microfoni di motorsport.com, Capito ha espresso chiaramente quali sono gli obbiettivi: emulare la crescita di McLaren ricostruendo internamente il team.

“Williams ha tutti i mezzi per fare come minimo come McLaren”

“McLaren ha fatto un lavoro fantastico negli ultimi anni e non c’è ragione per cui noi non possiamo fare lo stesso“, dichiara Capito a Motorsport.com.

“Abbiamo tutti i mezzi per poter fare esattamente la stessa cosa. E’ impossibile dire se tra due, tre o quattro anni, ma sono assolutamente convinto che possiamo fare come minimo esattamente come ha fatto McLaren.”

“Ristrutturare il management con uomini chiave, alcuni cambiamenti in arrivo presto”

Ristruttureremo un po’ il management – continua Capito – ma ancora non annunciamo nulla. Porteremo a bordo alcune persone chiave e ci concentreremo molto sulla figura del team principal con Simon [Roberts, ndr]. Confermarlo in quel ruolo per concentrarci sulle attività di gara è uno step importante per noi, possiamo costruirci intorno il resto del team. Vedrete alcuni cambiamenti presto”.

Seguici anche su Instagram

 

Davide Galli

Studente di giurisprudenza e appassionatissimo fin dall’infanzia di Formula 1. Amo qualunque cosa faccia "bruum"