F1 | Williams, Capito: “Albon non sarà l’inizio di una partnership Red Bull-Williams”

Il team principal della Williams Jost Capito afferma che l’arrivo di Alex Albon nel 2022 come loro pilota non sarà l’inizio di un rapporto Red Bull-Williams. “Albon sarà un pilota Williams a tutti gli effetti, con nessun rapporto con Red Bull”.

Albon Williams F1

La Williams all’inizio di settembre ha annunciato Alex Albon, ora terzo pilota Red Bull, come proprio pilota dalla stagione 2022. Il pilota thailandese ha già esperienza in Formula, dove ha guidato per Toro Rosso e Red Bull tra il 2019 e il 2020.

La Red Bull ha rivelato, poco dopo l’annuncio della Williams, la presenza di alcune opzioni contrattuali per poter lavorare con Albon anche in futuro. Invece per il 2022 l’ex compagno di Max Verstappen ha dovuto rinunciare al suo contratto con la scuderia di Milton Keynes per poter correre in Williams.

È previsto che Albon gareggerà anche l’anno prossimo con un brand Red Bull, ma Jost Capito, team principal della Williams, ha dichiarato che Red Bull Thailandia sarà sponsor personale di Albon, che sarà un pilota Williams al 100%.

“È un pilota Williams a tutti gli effetti, con nessun contratto con Red Bull. Invece Red Bull Thailandia è stata sua sponsor durante tutta la sua carriera. Ed è giusto che abbia i suoi sponsor personali. Quindi manterrà un rapporto con Red Bull, ma non c’è nessuna connessione tra Williams e la scuderia austriaca”.


Leggi anche: F1 | Emanuele Pirro in esclusiva: “Penalità a Verstappen corretta. La rivalità è di alto livello”


Red Bull diventerà un fornitore di motori dal 2022, dopo l’addio di Honda alla fine 2021 ma non ha in programma di avere una partnership con Williams in futuro. Attualmente la scuderia inglese ha un contratto con Mercedes per la fornitura motori valido fino alla fine del 2025.

Albon sta ricoprendo un ruolochiave per Red Bull in questa stagione, lavorando molto al simulatore e aiutando così Verstappen e Perez in pista. Per questo motivo Capito non credeva possibile che Albon potesse prepararsi a lavorare con Williams già prima della fine di questa stagione. Ma spera che ciò possa essere possibile dopo l’ultimo GP ad Abu Dhabi.

Su questo afferma: “Sta ancora lavorando per Red Bull. Il suo contratto finisce a fine anno, quindi quando parliamo, parliamo di questioni personali, non tecniche. Vogliamo tenerle separate per ora. È la cosa giusta da fare. Dopo l’ultima gara della stagione, cambieranno le cose. Il nostro contratto partirà da gennaio.

Penso che parleremo con Red Bull e discuteremo su cosa possiamo fare. Magari potrà finire il suo lavoro con loro subito dopo Abu Dhabi e da lì in poi essere impegnato con noi”.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter